rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Politica

Area di risulta, D'Incecco (Lega): "Sede della Regione e parco saranno un volano per il territorio nell'ottica della sostenibilità"

Il capogruppo comunale e regionale del Carroccio dopo il consiglio comunale straordinario ribadisce la bonarietà del progetto del centrodestra sottolineando che all'ente regionale la sede unica consentirà di risparmiare oltre 2 milioni di euro necessari a pagare l'affitto dei tanti palazzi in cui ora è dislocata: "Il verde non sarà toccato e la gestione sarà totalmente pubblica"

Un volano per lo sviluppo economico della città e di tutta la regione. Questo è per il capogruppo comunale e regionale della Lega Vincenzo D'Incecco il progetto di riqualificazione dell'area di risulta su cui sorgeranno parcheggi, il parco centrale e la sede unica della Regione.

Era presente anche lui al consiglio comunale staordinario tenutosi ieri, lunedì 12 dicembre, nella sala consiliare del Comune di Pescara. Seduta nel corso della quale chi si oppone al progetto e in particolare proprio alla realizzazione della sede unica dell'ente nel grande spazio antistante la regione, ha illustrato le ragioni del “no”. Un “no” ingiustificato per chi vede in quel progetto la soluzione migliore. Tra questi anche D'Incecco.

“Dopo oltre vent’anni e innumerevoli progetti di pianificazione caduti nel vuoto quest’amministrazione, in piena sinergia con il governo regionale, è riuscita a concretizzare un progetto totalmente pubblico per riqualificare un'importante area nel cuore della città con la realizzazione della sede unica regionale che non toglierà nemmeno un centimetro né al parco di 6 ettari ubicato all'interno del sito né ai posti auto presenti – commenta il capogruppo -. Questo intervento, inoltre, permetterà di far risparmiare più di 2 milioni di euro agli abruzzesi per l’affitto di edifici attualmente utilizzati dalla Regione che risultano inadeguati a soddisfare le attuali esigenze operative e funzionali dell’ente ma anche per sviluppare un modello di mobilità sostenibile considerando la stazione ferroviaria e il terminal degli autobus a pochi metri”.

Così come il sindaco Carlo Masci e il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri, anche D'Incecco sottolinea come l'opera sarà interamente pubblica e che dunque “non ci sarà nessun privato che gestirà i beni pubblici” dato che “la gestione dei parcheggi rimarrà in capo al Comune. Quest’amministrazione di centrodestra chiude una partita lunga e delicata, ed è chiara la posizione della Lega. Siamo per il futuro – conclude -, per la razionalizzazione delle spese e dei beni pubblici, per sviluppare al meglio e con efficienza Pescara e l’Abruzzo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area di risulta, D'Incecco (Lega): "Sede della Regione e parco saranno un volano per il territorio nell'ottica della sostenibilità"

IlPescara è in caricamento