menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Area di risulta, oltre 5.000 osservazioni stralciate dai tecnici: è polemica

A sollevare il caso la candidata sindaco per il M5S Erika Alessandrini che ha partecipato alla prima seduta della commissione per valutare le osservazioni presentate al progetto di riqualificazione dell'area di risulta

Oltre 5.000 osservazioni e richieste di modifica al progetto riguardante la riqualificazione dell'area di risulta, ma nessuna è stata accolta dai tecnici comunali. È polemica in merito alla prima seduta della commissione comunale per valutare le osservazioni al progetto del centrosinistra. Erika Alessandrini, consigliere comunale e candidata sindaco per il M5S alle prossime comunali, parla di una seduta surreale durante la quale ne giro di 45 minuti sono state stralciate tutte le osservazioni arrivate al progetto, con solo un'osservazione accolta, arrivata dallo stesso ufficio tecnico.

La Alessandrini parla di un comportamento ingiustificabile considerando che manca circa un mese alla fine della consiliatura:

Purtroppo non c'è peggior sordo di chi non vuole ascoltare e, in men che non si dica, a distanza di quasi un mese dalla fine della consiliatura, il Partito Democratico porterà in Consiglio la delibera, incurante ed indifferente rispetto alle richieste e alle criticità che la città ha fatto emergere con forza. Cosa ancora più grave, durante la commissione, la maggioranza pungolata dal MoVimento 5 Stelle, ha inoltre ammesso che gli impegni presi ad ottobre scorso dal sindaco con le associazioni dei commercianti, con gli albergatori ed i rappresentanti dell'associazione "Carrozzine Determinate" sono stati completamente disattesi

La consigliera pentastellata aggiunge anche che non è stata modificata la delibera riguardante la sosta per i disabili, che non sarà gratuita anche sulle strice blu ma manterrà la tariffa di 9 euro al giorno. Nessuna novità anche per il teatro, il cui progetto attualmente non è presente nella proposta:

“Siamo pronti a sostenere le osservazioni dei cittadini in Consiglio comunale. La partecipazione che doveva essere garantita a monte del progetto, viene ulteriormente svilita ed ignorata dal PD e noi, come M5S, siamo pronti alle barricate pur di restituire ai pescaresi il rispetto che meritano ed evitare la svendita dell'area di risulta."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento