Mercoledì, 17 Luglio 2024
Politica

Approvato dopo 10 anni il nuovo Piano Regolatore Portuale

Soddisfatto il sindaco Alessandrini. Per il capogruppo regionale di Forza Italia, Sospiri, "Con questo atto diamo l'avvio all'opera più importante per l'economia marittima di Pescara, ovvero lo sfondamento della diga foranea"

Il consiglio regionale ha approvato oggi il nuovo Piano regolatore portuale di Pescara. Soddisfatto il sindaco Marco Alessandrini: “E’ un voto storico: ci sono voluti quasi cinquant’anni e una filiera istituzionale che da due anni e mezzo conduce un’azione serrata e sostanziale con tutti i soggetti competenti perché arrivasse tale risultato. Un sì che si materializza a dieci anni dall'incarico professionale dato dal Comune perché la città avesse un porto degno di tale nome, allora sindaco Luciano D’Alfonso, che oggi da Presidente della Regione conclude ufficialmente l’iter che porterà alla rinascita di questa vitale infrastruttura”.

Il Comune, aggiunge Alessandrini, "ha fatto e continuerà a fare la sua parte, ponendo come priorità l’intervento sulla diga foranea, affinché prima dell’estate possa produrre gli effetti sperati anche sulla balneabilità delle acque del nostro mare, che ci sta a cuore. Tutto il resto non si ferma, seguiremo il documento passo dopo passo, come abbiamo fatto fino ad oggi, perché l’opera venga realizzata e perché non ci siano più battute d’arresto, in modo che l’economia della pesca, quella legata al turismo e alle origini dello scalo, possano tornare ad esprimersi per l’Abruzzo e per l’Adriatico".

SOSPIRI: "PROVVEDIMENTO STORICO" - "Sono soddisfatto. Finalmente oggi, dopo un iter durato 10 anni e iniziato dall'on. Nino Sospiri, approviamo un provvedimento storico, qual'è il nuovo Piano Regolatore Portuale, con il quale scriviamo una pagina importante e fondamentale per il patrimonio infrastrutturale di Pescara e dell’Abruzzo intero".

Questo il commento del capogruppo regionale di Forza Italia, Lorenzo Sospiri, a margine dei lavori del consiglio regionale riunitosi a L'Aquila.

"Finalmente - spiega Sospiri - da oggi ci mettiamo in cammino, abbiamo un corredo amministrativo per liberare il fiume da quell’eco mostro che è la diga foranea per ottenere importanti risultati come la pulizia, la balneabilità e riportare finalmente nella piena funzionalità il porto portuale di Pescara e risolvere anche il problema dell'insabbiamento. Infatti con questo atto diamo l'avvio all’opera più importante per l’economia marittima di Pescara, ovvero lo sfondamento della diga foranea".

"Voglio infine ricordare - conclude Sospiri - come l'iter sia stato lungo e meticoloso amministrativamente: ha visto il coinvolgimento di diverse giunte e per questo è stato sempre attenzionato e seguito dal sottoscritto affinché si arrivasse alla giornata di oggi. Adesso si porti avanti in maniera celere tutte le procedure affinché si proceda ai lavori necessari e indispensabili per il porto della città di Pescara".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato dopo 10 anni il nuovo Piano Regolatore Portuale
IlPescara è in caricamento