Politica

La giunta Masci approva gli elaborati tecnici per la riqualificazione delle aree di risulta

Il passaggio successivo è quello del bando europeo per dare avvio ai lavori dopo l'aggiornamento del Dup (documento unico di programmazione) in consiglio comunale

La giunta comunale di Pescara ha approvato gli elaborati tecnici del progetto di riqualificazione delle aree di risulta della ex stazione ferroviaria centrale.
La delibera straordinaria è stata licenziata nel pomeriggio odierno, lunedì 31 maggio.

Un intervento che presenta un quadro economico complessivo da 56 milioni di euro, ripartito nella realizzazione di opere nei seguenti ambiti: un grande parco centrale da 66 mila metri quadrati, il secondo più grande del capoluogo dopo la pineta dannunziana, con fontane ed elementi di pregio per l’arredo urbano;  parcheggi a silos di qualità urbanistica ed edilizia e un parcheggio interrato, per una dotazione di circa 2.500 posti auto per la sosta, oltre a un’area commerciale e residenziale; un nuovo terminal bus.
«Con orgoglio comunico che è stato approvato l’ultimo atto di natura politica di questa procedura riguardante le aree di risulta», afferma il sindaco Carlo Masci, «tra qualche giorno, dopo il passaggio in consiglio comunale per l’aggiornamento del Dup,  sarà pubblicato il bando di gara europeo; da quel momento gli operatori economici interessati avranno sei mesi di tempo per partecipare, presentando quindi i progetti definitivi. È un grande giorno per tutti i pescaresi, perché finalmente, dopo decenni di promesse e dietro-front, abbiamo posto le basi ultimative per portare fino in fondo un grande sogno che vitalizzerà il cuore cittadino, rendendolo più vivibile, attrattivo e capace di accogliere strutture all’avanguardia e  moderni servizi per il trasporto e la mobilità green».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La giunta Masci approva gli elaborati tecnici per la riqualificazione delle aree di risulta

IlPescara è in caricamento