Politica

Approvato il bilancio, il centrosinistra va all'attacco: "È un elenco di tagli"

In una nota congiunta Marinella Sclocco, Giacomo Cuzzi, Stefania Catalano, Piero Giampietro, Francesco Pagnanelli, Giovanni Di Iacovo e Mirko Frattarelli esprimono tutto il loro disappunto

Approvato il bilancio del Comune di Pescara, ma per i consiglieri del centrosinistra si tratta soltanto di "un elenco di tagli". In una nota congiunta, Marinella Sclocco, Giacomo Cuzzi, Stefania Catalano, Piero Giampietro, Francesco Pagnanelli, Giovanni Di Iacovo e Mirko Frattarelli affermano quanto segue:

"Dopo 15 anni, grazie al risanamento targato centrosinistra, il Comune di Pescara ha un bilancio approvato nei tempi regolamentari. Ma è un bilancio che siamo riusciti a correggere solo in parte: resta l'allarme sulle politiche sociali e sugli asili nido".

Poi i consiglieri comunali del centrosinistra spiegano:

"Solo grazie ai nostri emendamenti Pescara avrà più fondi per il verde pubblico per parchi come Colle del Telegrafo, Di Cocco, Mafalda di Savoia e Renzetti, avrà più risorse per i premi Flaiano e per il Fla, avrà opere pubbliche in zone non centrali come via Valignani, via Secchia, via Panaro, piazza Nilde Iotti, recupera risorse per le associazioni di volontariato che costituiscono la insostituibile rete sociale a sostegno delle utenze deboli".

Infine, Sclocco e soci dichiarano:

"Nonostante questi interventi il bilancio resta un elenco di tagli a scuole, verde, politiche sociali e cultura, a cominciare dagli asili nido per i quali la copertura delle graduatorie oggi è più che mai a rischio per le famiglie pescaresi. Per questo il 2020 si annuncia come un anno di battaglie senza sconti per recuperare risorse per i settori strategici della nostra comunità e contro una visione semplicemente vecchia della città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato il bilancio, il centrosinistra va all'attacco: "È un elenco di tagli"

IlPescara è in caricamento