Sì al progetto di riqualificazione dell'area di risulta, Masci: "Voto storico, ora puntiamo a finanziarlo solo con fondi pubblici" VIDEO

Il consiglio comunale ha approvato il progetto presentato dal centrodestra che prevede un parco tematico, un corridoio verde per i mezzi pubblici e più posti auto

Un voto storico, atteso da 19 anni e che finalmente permetterà di cambiare il volto della zona dell'area di risulta, grazie ad un progetto di riqualificazione che renderà il cuore di Pescara ancora più attrattivo ed all'insegna della sostenibilità. Il sindaco Masci ha commentato il voto favorevole espresso dal consiglio comunale che ha approvato il progetto presentato dall'amministrazione comunale, parlando di una ferita che è finalmente stata chiusa dopo anni di attesa, per quella che rischiava di essere la più grande incompiuta della città.

M5S, IL PROGETTO ALTERNATIVO PER L'AREA DI RISULTA

Il recupero della zona strategica più importante di Pescara è per il sindaco una scommessa vincente, che ha colto l'occasione per ringraziare la fondazione PescaraAbruzzo e la Regione per le importanti risorse. Sarà realizzato il parco centrale, la seconda area verde più estesa della città dopo la riserva dannunziana, un parco tematico di grande appeal. Saranno previsti anche 500 posti auto in più rispetto al piano originale, con un sistema integrato di gestione della sosta ad alto livello tecnologico, ed un corridoio verde per i mezzi pubblici non inquinanti, e l'abbattimento delle tariffe della sosta e una riduzione del periodo di durata della concessione all'impresa che gestirà i parcheggi, qualora dovesse prevalere il modello pubblico/privato. Infine previsto un hub intermodale ferro - gomma e mobilità dolce, oltre ad un nuovo terminal bus moderno.

La ridefinizione delle risorse pubbliche disponibili per l’intervento, che si punta ad aumentare di una somma compresa tra i 3,9 e i di 5,9 milioni di euro rispetto alla base originaria di 12 milioni (quindi fino a 17,9 milioni), ha proprio lo scopo di abbattere le tariffe e il periodo di durata della concessione. A questo fine la Regione ha dato disponibilità affinché venga rivisitato il Masterplan. Ma si sta valutando l’opportunità di finanziare tutta l’operazione delle aree di risulta con fondi pubblici superando il ricorso al project financing.

Masci ha ribadito la volontà di riuscire a finanziare tutta l'opera tramite fondi pubblici, e su questo esorta le opposizioni ad essere d'accordo per una scommessa che punta alla bellezza, efficienza e modernità per l'area di risulta di Pescara.

Una cosa è comunque importante far sapere ai cittadini: siamo in linea con quanto abbiamo fatto in questi anni e con quanto abbiamo detto in campagna elettorale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

Torna su
IlPescara è in caricamento