rotate-mobile
Politica

Approvato dal consiglio regionale il piano sociale 2022 - 2024, Sospiri: "Mai così tanti fondi certi a disposizione"

Il piano è stato approvato durante la seduta che si è tenuta oggi giovedì 24 febbraio

Il consiglio regionale, durante la seduta di oggi giovedì 24 febbraio, ha approvato il piano sociale regionale 2022-2024 che prevede una serie di passaggi e di step da portare a termine nei prossimi mesi ed anni, come la pianificazione per il benessere diffuso delle comunità locali; costruire una co-programmazione con il territorio in grado di leggere le trasformazioni sociali che interessano le aree urbane e quelle interne della regione. Il piano punterà anche a valorizzare i saperi comuni ponendo attenzione alle interazioni e alle relazioni tra attori istituzionali, professionali, del terzo settore e dei cittadini;

I servizi sociali saranno luoghi dei bisogno a cui rispondere in modo integrato, con una programmazione strategica e integrata mettendo a sistema le risorse a disposizione provenienti da finanziamenti comunitari, nazionali e regionali, fornendo indirizzi e stimoli, favorendo forme di coordinamento del sistema dei servizi e delle politiche sociali, socio-sanitarie, lavorative, dell'istruzione, abitative, welfare aziendale e della filantropia. Le risorse finanziarie attualmente a disposizione ammontano a oltre 425 milioni di euro, con una spesa pro capite per cittadino che sale da 60 a 86 euro.

Soddisfatto il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri, che ha parlato di un piano senza precedenti per l'importanza delle risorse certe a disposizione, in alcuni casi triplicate per alcune voci:

“Nel prossimo triennio la Regione Abruzzo metterà in campo più di 400 milioni, comprese le risorse del Pnrr, che andranno a sanare le fragilità sociali della nostra regione. Gli assi portanti del Piano spaziano dalle politiche della famiglia e la tutela dei minori, ai giovani, alla disabilità, con particolare attenzione al contrasto delle povertà e la violenza di genere”. Un ringraziamento particolare va all’assessore Pietro Quaresimale che ha guidato il processo di redazione e reperimento delle risorse. Riconosco, inoltre, l’apporto delle opposizioni che, nonostante l’astensione al voto, hanno stimolato il percorso di ascolto degli attori sociali e che saranno preziosi anche in fase di attuazione dei provvedimenti”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato dal consiglio regionale il piano sociale 2022 - 2024, Sospiri: "Mai così tanti fondi certi a disposizione"

IlPescara è in caricamento