menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Antenne San Silvestro: polemiche fra PD e maggioranza

La delocalizzazione delle antenne di San Silvestro riaccende le polemiche ed il dibattito politico in Comune. Il PD, con D'Angelo e Blasioli, chiede spiegazioni riguardo una possibile soluzione alternativa avanzata in Commissione Sanità: "Maggioranza confusa", ma Sospiri replica: "Si farà la delocalizzazione"

Durante la seduta della Commissione Sanità del Comune di Pescara che si è svolta ieri, si è tornato a discutere della delocalizzazione delle antenne di San Silvestro, dopo le sentenze del Tar e del Consiglio di Stato che di fatto hanno stabilito che gli impianti vanno rimossi da quell'area.

Il PD, con Blasioli e D'Angelo, ha chiesto spiegazioni all'attuale maggioranza di governo, in quanto durante la seduta, è emersa una possibile soluzione alternativa, presentata da un operatore privato per risolvere il problema dell'inquinamento elettromagnetico.

"Con stupore apprendiamo che, se in Consiglio Comunale il consigliere regionale Sospiri su una precisa interrogazione dei consiglieri PD, risponde che non è il caso di creare allarmismi e che la Giunta Regionale sta lavorando alla delocalizzazione, in Commissione sanità si torna indietro di anni con una proposta che non soddisfa le esigenze di salubrità e della salute e già esaminata oltre quattro anni fa, scontrandosi con problematiche di ordine urbanistico e di impatto ambientale, e di non soluzione delle problematiche di inquinamento." dichiarano i consiglieri d'opposizione.

"Ci chiediamo chi sia portatore dell’indirizzo politico del Comune, se il Consigliere regionale Sospiri che lavora alla delocalizzazione, o il Presidente Berghella che propone soluzioni già ampiamente vagliate e bocciate in passato.
Ancora una volta l’Amministrazione entra in uno stato confusionale e anziché perseguire il rispetto delle sentenze già emesse sceglie la strada della sponsorizzazione degli interessi privati" concludono Blasioli e D'Angelo.

A queste dichiarazioni, ha risposto Lorenzo Sospiri, capogruppo Pdl, che invece conferma la soluzione della delocalizzazione delle antenne, ribadendo che l'iter necessario alla rimozione degli impianti è già stato avviato sia a livello locale che regionale.

"Suscita un sorriso il tentativo del Pd che tenta di mescolare le attività già poste in essere in modo concreto dalle amministrazioni di centro-destra con le ipotesi di lavoro che legittimamente e giustamente la Commissione consiliare Sanità ha il diritto di esaminare e porre al vaglio della classe politica, senza per questo interferire con un lavoro già avviato e che il centrosinistra, in sei anni, non è riuscito a compiere" dichiara Sospiri.

Sospiri ha poi ricordato come, dal 2003 al 2008, durante l'attività della vecchia amministrazione, non ci sia stato di fatto alcun miglioramento che ha portato ad una situazione di esasperazione e protesta i residenti e cittadini della zona, dopo sei anni di promesse non mantenute.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento