rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Allagamenti a Pescara, scontro fra Fli e l'amministrazione comunale

Come prevedibile, gli allagamenti in città causati dal maltempo hanno scatenato una serie di polemiche ed attacchi politici fra maggioranza ed opposizione. Fli: "Sindaco e giunta devono dimettersi"

Una class action contro il Comune, riguardante i cittadini e commercianti danneggiati dagli allagamenti di questi giorni, e le dimissioni del sindaco Mascia e dell'assessore Del Trecco.

Così FLI, con Massimiliano Pignoli, attacca duramente l'amministrazione comunale, dopo l'ondata di maltempo che ha riguardato la nostra città.
Secondo Pignoli e gli altri consiglieri di Futuro e Libertà, che critica la gestione del Comune della fase di emergenza, e soprattutto ritiene inaccettabile che la zona di Porta Nuova, dove sono stati eseguiti dei lavori negli ultimi mesi, sia finita sott'acqua.

Il problema, potrebbe essere risolto secondo FLI utilizzando il depuratore Dk 15 di Fosso Bardet, attualmente non attivo.

FOSCHI Dal Comune la replica arriva dal capogruppo PDl Foschi: "Se oggi Pescara ancora si allaga e' perche' il cantiere del Piano antiallagamenti e' tuttora in corso di svolgimento, ma soprattutto perche' la citta' paga lo scotto di vent'anni di indifferenza e inettitudine di quell'amministrazione dell'apparenza del centro-sinistra che ha governato in precedenza il territorio e che invece di rifare la rete di via Pepe e via Marconi ha buttato milioni di euro per un bicchiere rotto e un ponte pedonale" ha detto Foschi che sottolinea come a Montesilvano e Città Sant'Angelo l'emergenza sia state ben più grave, con sindaci costretti ad evacuare le persone senza fornire loro un'immediata ed adeguata assistenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allagamenti a Pescara, scontro fra Fli e l'amministrazione comunale

IlPescara è in caricamento