Politica

Aggressione omofoba, D'Agresta: "Chiudere le organizzazioni che usano violenza"

Il segretario provinciale di Articolo Uno Pescara esprime solidarietà alle vittime e invita a colpire le organizzazioni che praticano e propagandano violenza: "Non faremo un passo indietro contro gli attacchi verso chi viene ritenuto diverso"

Francesco D'Agresta, segretario provinciale di Articolo Uno Pescara, interviene dopo che nella notte tra sabato 22 e domenica 23 giugno due turisti brasiliani hanno subito in centro un'aggressione di chiaro stampo omofobo:

"Esprimiamo ai due turisti e a tutta la comunità Lgbtqi la nostra piena vicinanza - dice D'Agresta - e chiediamo una condanna dura di quanto accaduto da parte di tutte le istituzioni e del mondo democratico. Ci aspettiamo anche che il neo eletto sindaco di Pescara sappia trovare le parole e i gesti giusti per ribadire il carattere accogliente della città di Pescara". 

D'Agresta conclude:

"Non faremo un passo indietro contro la violenza e gli attacchi verso chi viene ritenuto "diverso" o verso i più deboli. La battaglia contro la violenza fisica e politica va condotta colpendo e chiudendo le organizzazioni che le praticano e propagandano. Mi auguro inoltre che i responsabili dell'aggressione vengano identificati al più presto e condannati".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione omofoba, D'Agresta: "Chiudere le organizzazioni che usano violenza"

IlPescara è in caricamento