rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica

Picchia la compagna che si rifiuta di consegnargli dei soldi per i videopoker: bloccato e arrestato dalla polizia

In manette è finito un cittadino tunisino. Fondamentale la chiamata del proprietario di casa della coppia che ha allertato il 113

Poteva avere conseguenze ancora più gravi la violenta aggressione messa in atto ieri sera da un cittadino di origini tunisine il quale, al culmine dell'ennesima lite con la compagna di nazionalità ucrania, l'ha colpita con calci e pugni alle gambe, minacciandola ed impedendole di chiedere aiuto al 118 o di recarsi in ospedale. Per fortuna il proprietario dell'appartamento dove vive la coppia, che abita nello stesso stabile, si è accorto dei rumori ed ha subito chiamato la polizia riferendo che nelle ultime sei settimane c'erano stati almeno altri sei episodi di violenza con oggetti danneggiati all'interno dell'appartamento e aggressioni alla donna.

La donna ha spiegato all’equipaggio della volante che il suo convivente è solito spendere parecchio denaro per giocare alle macchinette videopoker e per acquistare gratta e vinci nelle tabaccherie della zona. Gli agenti hanno bloccato il tunisino e lo hanno accompagnato in questura, dove è stato arrestato in flagranza di reato per maltattamenti contro familiari e conviventi. Il giudice ha applicato l'allontanamento da casa e il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la compagna che si rifiuta di consegnargli dei soldi per i videopoker: bloccato e arrestato dalla polizia

IlPescara è in caricamento