rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Aggressione dirigente FN Palermo, Pichiecchio: "Clima di intimidazione anche in Abruzzo"

Parla il candidato capolista al Senato per la lista "Italia agli Italiani": "Abbiamo preferito evitare alcune piazze particolarmente calde per evitare scontri che alla fine vengono sempre attribuiti a noi"

A proposito del pestaggio del dirigente provinciale di Forza Nuova di Palermo, Massimo Ursino, il candidato capolista al Senato per la lista "Italia agli Italiani", Massimo Pichiecchio, denuncia il clima di intimidazione che si avverte anche in Abruzzo.

"Abbiamo preferito evitare - ha dichiarato Pichiecchio - alcune piazze particolarmente calde per evitare scontri che alla fine vengono sempre attribuiti a noi. Poi, quando sei persone legano una persona e la picchiano senza porsi il problema della loro vigliaccheria, dobbiamo anche pensare all'incolumità dei nostri militanti. Questo clima di odio e' stato creato da personaggi istituzionali come i Presidenti di Camera e Senato, che denunciano continuamente e senza motivo il pericolo fascista e si mostrano privi dell'imparzialità che dovrebbe caratterizzare le loro funzioni. Invitiamo gli italiani a rispondere loro con un voto numeroso alla lista "Italia agli Italiani", costituita da patrioti che amano la loro nazione".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione dirigente FN Palermo, Pichiecchio: "Clima di intimidazione anche in Abruzzo"

IlPescara è in caricamento