Agenzia delle entrate, Zennaro: “Fermare lo tsunami fiscale”

Parla il parlamentare abruzzese del gruppo misto: "Dopo capodanno pronti a partire 31 milioni di atti. Dal governo occorre subito una nuova sospensione per evitare il disastro economico e sociale per migliaia di famiglie e imprese"

Il deputato abruzzese Antonio Zennaro, membro della commissione Bilancio e parlamentare del gruppo misto, dichiara che “sono 31 milioni gli atti dell’Agenzia delle entrate e della riscossione fermi ai blocchi e pronti a partire dal primo gennaio. Lo ha ricordato lo stesso Ernesto Maria Ruffini, direttore dell’Agenzia, intervenendo in una trasmissione in tv”.

Per Zennaro “ka ripresa delle notifiche tra cartelle, atti di riscossione ed avvisi di accertamento deve essere fermata dal Governo, occorre una nuova moratoria ed un rinvio delle tasse, evitando di agire sul filo di lana, come è accaduto a metà ottobre. La pandemia non è finita e l'emergenza economica proseguirà, purtroppo, ben oltre l'arrivo del vaccino. Impensabile dunque riprendere l’invio delle notifiche a gennaio, bisogna intervenire subito per evitare un disastro economico e sociale per migliaia di famiglie, attività ed imprese abruzzesi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • A "L'ingrediente perfetto" su La7 Roberta Capua prepara gli arrosticini in padella con burro e salvia [FOTO - VIDEO]

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

Torna su
IlPescara è in caricamento