Martedì, 23 Luglio 2024
Politica

L'affondo di Acerbo (Rifondazione) sul finanziamento da 1,5 milioni al Campus di Romito: "No a leggi ad personam"

L'ex consigliere comunale e regionale ed attuale segretario nazionale di Rifondazione Comunista commenta la decisione del consiglio regionale di finanziare il Campus di ricerca e alta formazione dello chef abruzzese

Il segretario nazionale di Rifondazione Comunista ed ex consigliere regionale e comunale Maurizio Acerbo, interviene in merito all'approvazione da parte del consiglio regionale, della legge che finanzia con 1,5 milioni di euro il Campus di ricerca e alta formazione dello chef Niko Romito. Acerbo evidenzia come sia stata destinata una cifra importante ad una scuola privata, a pagamento dove solo 5 studenti meritevoli potranno accedere gratuitamente quando si sarebbero potute finanziarie scuole e università pubbliche.

"La legge "Campus ricerca e alta formazione Niko Romito" è stata approvata  all'unanimità dal Consiglio regionale dell'Abruzzo. Tutti d'accordo, da Fratelli d'Italia e Lega a M5se Pd. Tutto questo in una Regione che ha fatto morire vari centri di ricerca pubblici regionali. Trovo anche una pezza a colori che l'opposizione chieda di finanziare solo un Istituto Alberghiero pubblico, guarda caso del collegio provinciale della presentatrice pentastellata. Si tratta dell'ennesima dimostrazione che c'è una classe dirigente incapace di progettare e programmare che usa le risorse pubbliche per fare iniziative spot a spese del contribuente."

Acero specifica di non avere nulla contro l'imprenditore Romito, ma le leggi ad personam non sono accettabili, considerando che lo stesso Romito grazie alle sue capacità impreditoriali non avrebbe avuto difficoltà a procurarsi quella cifra sul mercato o tramite credito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'affondo di Acerbo (Rifondazione) sul finanziamento da 1,5 milioni al Campus di Romito: "No a leggi ad personam"
IlPescara è in caricamento