Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

La denuncia di Maurizio Acerbo: "Gli autobus sovraffollati sono un attentato alla salute"

Il segretario nazionale di rifondazione, in isolamento domiciliare, fa sapere di aver ricevuto diverse segnalazioni anche da cittadini di Pescara

Un attentato alla salute consentire agli autobus di Pescara e di tutta Italia di circolare sovraffollati in questo momento di emergenza sanitaria. A dirlo il segretario nazionale di Rifondazione Maurizio Acerbo, che chiede un raddoppio delle corse ed orari regolari dopo le numerose segnalazioni ricevute dai cittadini.

Acerbo attualmente è in isolamento domiciliare per il Covid e prosegue le terapie dopo i 16 giorni di ricovero. Secondo il segretario di rifondazione, il problema segnalato riguarderebbe soprattutto le ore di punta all'entrata ed uscita dalle scuole:

Invito i sindaci, a partire da quello di Pescara, a intervenire in qualità di responsabili della salute pubblica. La Asl non ha niente da dire? La società di trasporto della Regione Abruzzo Tua deve garantire l'aumento delle corse. Province, comuni, regione con direzioni scolastiche, presidi, aziende e sindacati dovrebbero fare un piano dei tempi regolando orari in maniera scaglionata per evitare che si creino imbuti.

Per Acerbo, l'assenza di una programmazione pubblica ha portato il Governo a stabilire una capienza massima dell'80% in quanto non vi sono mezzi e personale a sufficienza per gestire il servizio dopo i tagli degli ultimi anni, e per questo consiglia agli studenti di scioperare in quanto è inutile porre restrizioni ai gestori dei locali per poi creare assembramenti sui mezzi pubblici:

Invece di discutere di fesserie come la presunta "dittatura sanitaria" o il negazionismo impegnamoci per risolvere come comunità i problemi che il covid fa emergere. Perché sia chiaro: gli autobus sovraffollati non ci dovrebbero essere neanche in tempi normali. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La denuncia di Maurizio Acerbo: "Gli autobus sovraffollati sono un attentato alla salute"

IlPescara è in caricamento