menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Firmato accordo dal Comune di Città Sant'Angelo per far svolgere a detenuti condannati dei lavori di pubblica utilità

Stipulata una convenzione fra l'amministrazione comunale angolana e il tribunale di Pescara per impegnare persone condannate per reati minori a svolgere lavori di pubblica utilità

Accordo fra il Comune di Città Sant'Angelo e il Tribunale di Pescara per far svolgere a detenuti condannati per reati minori, lavori di pubblica utilità. I soggetti, spiega l'amministrazione comunale angolana, saranno gradualmente impiegati per queste tipologie di interventi, per dare loro una nuova possibilità e dimostrare di aver lasciato alle spalle i momenti più difficili della propria vita.

Il loro operato sarà svolto per la comunità, proprio nel segno della consapevolezza di aver sbagliato e di voler rientrare nella società. L'ufficio esecuzione pene esterne verificherà l'andamento del percorso. Soddisfatto il vicesindaco Travaglini:

”Sono molto di contenta che il Comune abbia potuto chiudere questa convenzione con il Tribunale. Poter reinserire attraverso lavori di pubblica utilità, persone che hanno commesso reati minori e che vogliono redimersi è proprio il concetto più azzeccato di rieducazione che deve esserci. Chi sbaglia non deve avere una punizione ma deve essere rieducato e reintrodotto nella società e noi, come Comune, vogliamo fare questo.”

Il sindaco Perazzetti ha parlato di un accordo importante che dimostra l'attenzione da parte del Comune verso il sociale ricordando che la mozione presentata anni fa quando il centrodestra era all'opposizione fu respinta.

È un’opportunità per tutti, sia per la persona che andrà a svolgere questi lavori di pubblica utilità e sia per la comunità. Sono davvero soddisfatto e speriamo possa essere solo l’inizio di questa avventura

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento