rotate-mobile
Politica

Academy del M5S, il marchio registrato all'Euipo: Enrica Sabatini è la madrina

Il 2 marzo, sul palco della manifestazione conclusiva della campagna elettorale grillina, a Roma, è stato annunciato il lancio di Rousseau Open Academy, 'scuola' di formazione sulla cittadinanza digitale

Il primo marzo la registrazione del sito internet del nuovo progetto. Il giorno successivo - antivigilia delle elezioni politiche che avrebbero incoronato il M5S come prima forza politica del Paese - sul palco della manifestazione conclusiva della campagna elettorale grillina, a Roma, l'annuncio dell'imminente lancio di Rousseau Open Academy, 'scuola' di formazione sulla cittadinanza digitale. Il 27 maggio a Ivrea la presentazione ufficiale dell'iniziativa, con Davide Casaleggio. Il 23 luglio l'ultimo passo, con la registrazione del brand della 'Frattocchie' digitale presso l'Euipo (l'Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale): il marchio, di proprietà dell'Associazione Rousseau, ha la forma di un mouse stilizzato con dentro la 'A' di Academy, colorata di rosso.

"La vera ricchezza nasce dal mettere in relazione persone e saperi. Costruiamo insieme una nuova conoscenza collettiva", si legge sulla home page del sito di Rousseau Open Academy, l'ultima 'dimensione' della galassia Rousseau, la piattaforma web del Movimento 5 Stelle gestita da Casaleggio. Un portale dove gli utenti possono proporre o richiedere corsi sul tema della cittadinanza digitale compilando un apposito form e inserendo i propri dati.

L'obiettivo, ha aggiunto, è quello di "creare un'intelligenza collettiva che ponga il sapere come infrastruttura e, attraverso questo progetto, ci apriamo al mondo". Ad oggi però i corsi disponibili sul sito della 'scuola virtuale' M5S sono solo sei.

Tra i 'prof' reclutati da Rousseau troviamo due esponenti del governo: il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli (titolare del corso su come 'presentare proposte di legge con gli strumenti di democrazia diretta') e il sottosegretario al Mef Laura Castelli ('definire la destinazione delle risorse del comune con il bilancio partecipativo', il titolo delle sue lezioni).

Disponibili anche corsi a cura di Massimo Di Felice (docente di Teorie e tecniche dei nuovi media all'Università di San Paolo del Brasile), Erika Alessandrini (consigliera comunale 5 Stelle a Pescara), Angelo Sturni (portavoce M5S in Comune a Roma) e Rosario Fondacaro (manager Deloitte, candidato in Parlamento alle ultime politiche).

Nelle vesti di madrina dell'iniziativa c'è Enrica Sabatini, consigliera pescarese M5S e socia dell'Associazione Rousseau. Il progetto della della Open Academy si inserisce nel solco del 'Manifesto per la cittadinanza digitale' sottoscritto dall'Associazione Rousseau insieme a docenti, ricercatori e centri di ricerca di diversi Paesi.

"Parte dell'attività dell'Associazione - spiega un post del Blog delle Stelle - sarà dedicata proprio alla riflessione su questi temi e alla 'lotta' per il riconoscimento dei diritti del cittadino digitale in tutto il mondo". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Academy del M5S, il marchio registrato all'Euipo: Enrica Sabatini è la madrina

IlPescara è in caricamento