Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

Task force fra l'Abruzzo e la Croazia per tutelare l'ambiente e contrastare i camblamenti climatici

L'Abruzzo ha ospitato la conferenza finale del progetto Joint_SECAP – Joint Strategies for Climate Change Adaptation in Coastal Areas

Una collaborazione diretta fra Abruzzo e Croazia per la tutela dell'ambiente contrastando i cambiamenti climatici. È questo l'obiettivo del progetto Joint Secap – Joint Strategies for Climate Change Adaptation in Coastal Areas che si è concluso oggi con la conferenza finale che si è tenuta in Abruzzo.

Nove aree target, 5 in Croazia e 4 in Italia di cui tre abruzzesi; 50 azioni identificate, 32 per i partner italiani e 18 per i partner croati, di cui 21 relative alle due aree target della Regione Abruzzo sono i risultati finali del progetto che punta alla cooperazione fra comuni, regioni e stati per migliorare i rapporti fra le due sponde dell'Adriatico ed affrontare in modo comune i problemi legati alla tutela dell'ambiente marino. Il presidente Marsilio ha dichiarato:

“E’ importante la cooperazione tra gli enti e agire insieme per combattere i cambiamenti climatici. La cooperazione tra i comuni e i livelli sovracomunali (Regione, Stato, Unione Europea) è fondamentale così come i rapporti tra le due sponde dell’adriatico (Italia-Croazia) per affrontare problemi comuni”.

L'assessore regionale Nicola Campitelli, ha evidenziato l'urgenza di agire ora per contrastare i mutamenti del clima con piano di adattamento ai fenomeni estremi previsti nelle nove aree target, come aldo estremo (25%), siccità e scarsita’ d’acqua (17%) e precipitazioni importanti (14%) coinvolgendo il mondo agricolo e forestale, la scuola, l'ambiente e le biodiversità ed ancora turismo e pianificazione territoriale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Task force fra l'Abruzzo e la Croazia per tutelare l'ambiente e contrastare i camblamenti climatici

IlPescara è in caricamento