Venerdì, 15 Ottobre 2021
Politica

Abbonamenti autobus, niente sconto per gli studenti dei comuni dell'entroterra Pescarese

A sollevare il caso è l'ex presidente della provincia Di Marco, che ha chiesto alla giunta Marsilio di stanziare fondi, come avvenuto lo scorso anno, per contribuire al costo degli abbonamenti Tua degli studenti

Stanziare un contributo economico per gli studenti pescaresi dei comuni montani, per aiutarli ad affrontare le spese per gli abbonamenti degli autobus Tua con la ripresa delle attività scolastiche. È la richiesta che arriva dall'ex presidente della provincia Di Marco che ricorda come lo scorso anno fece la stessa richiesta alla giunta D'Alfonso che stanziò un fondo che consentiva uno sconto del 10% sul costo degli abbonamenti mensili o annuali per gli studenti fra gli 11 e 26 anni residenti nei comuni svantaggiati.

Siamo a fine agosto e ad oggi, purtroppo, i ragazzi che stanno acquistando l’abbonamento dei mezzi pubblici, lo stanno pagando a prezzo pieno e rimango sorpreso che l’azienda di trasporto pubblico Tua, rispondendo ad alcuni utenti che chiedono informazioni circa la possibilità di agevolazioni tariffarie riservate agli studenti pendolari, comunichi che la Regione non ha confermato questa iniziativa di utilità sociale.

I comuni che rientravano nell'agevolazione erano:

Brittoli, Carpineto della Nora, Civitella Casanova, Corvara, Elice, Farindola, Montebello di Bertona, Vicoli, Villa Celiera, Abbateggio, Bolognano, Bussi sul Tirino, Caramanico Terme, Castiglione a Casauria, Civitaquana, Lettomanoppello, Manoppello, Penne, Pescosansonesco, Pietranico, Popoli, Roccamorice, Salle, San Valentino in A.C., Sant’Eufemia a Maiella, Scafa,
Serramonacesca, Tocco da Casauria e Turrivalignani

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbonamenti autobus, niente sconto per gli studenti dei comuni dell'entroterra Pescarese

IlPescara è in caricamento