rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica

Ferro di Cavallo, Masci replica al M5s: "Il progetto è di alta qualità e lo decide l'Ater"

Il sindaco assicura che la piazza e gli spazi verdi saranno riqualificati e che le abitazioni sono state concepite per garantire ampie aperture e qualità della vita: "Abbiamo messo fuori tutti quelli che non avevano titolo: un'operazione epocale"

“Nessuno aveva mai pensato che si potesse abbattere il Ferro di Cavallo, noi invece abbiamo fatto come le formichine e con l'Ater abbiamo trasferito quelli che avevano diritto mettendo fuori quelli che non avevano titolo: un'operazione incredibile, storica ed epocale mai immaginata e pensata. Abbatteremo il Ferro di Cavallo: il progetto non lo decidono i 5 Stelle, ma lo decide l'Ater”. Così il sindaco Carlo Masci a IlPescara sulla richiesta di modifica del progetto da parte dei consiglieri comunali del Movimento che si dicono sì favorevoli all'abbattimento che hanno sempre sostenuto, ma non al progetto messo in campo dall'Agenzia territoriale all'edilizia pubblica cui chiedono un incontro, aperto ai cittadini, per procedere con modifiche che cambino davvero il volto del quartiere sostenendo che quello pensato non farà altro che creare una sorta di nuovo ghetto. Così non è per il sindaco Carlo Masci che rispedisce al mittente anche l'ipotesi che la piazza centrale e gli spazi verdi non saranno riqualificati per i quali, sostengono i pentastellati, fondi non sono stati previsti.

“Il progetto abbatte il carico di costruito su quell'area perché lo dimezza, crea una piazza, crea spazi pubblici a disposizione della comunità del quaritere, crea alloggi che hanno come caratteristica fondamentale il verde, gli spazi esterni fruibili anche per i singoli edifici. Noi ci siamo dovuti confrontare con un regolamento che prevedeva balconi non più larghi di un metro e venti noi, insieme all'Ater, li realizzeranno di due metri per garantire la vivibilità e la qualità della vita. I Cinque stelle vogliono solo una cosa rispetto ad ogni situazione che affrontano, dire 'no, no',no'”. “Si tratta – aggiunge Masci – di un intervento di edilizia residenziale pubblica che non è più la casa popolare, ma è di alta qualità perchè coloro che non si possono permettere le case in centro hanno diritto come gli altri a spazi aperti e balconi ampi e il covid in questo senso ci ha insegnato molto. Sarà d'esempio per i prossimi interventi di edilizia residenziale pubblica – conclude il primo cittadino -. I Cinque stelle non lo riescono o non lo vogliono capire perché alimentano il loro consenso che è crollato completamente, sulla protesta. Se protestano su questo non hanno capito cosa sta succedendo nel mondo, ma noi andiamo avanti”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferro di Cavallo, Masci replica al M5s: "Il progetto è di alta qualità e lo decide l'Ater"

IlPescara è in caricamento