rotate-mobile
Politica

Ferro di Cavallo, M5s: "Dopo la demolizione servizi e non palazzi", parte la mobilitazione cittadina

Una serie di incontri, a cominciare da stasera con quello promosso dal comitato "Per una nuova Rancitelli", per raccogliere le osservazioni utili a chiedere la modifica del progetto Ater, i pentastellati: "Diventi un vero simbolo di rinascita"

Una grande mobilitazione cittadina per raccogliere, entro il 7 luglio, le osservazioni di chi a Rancitelli ci vive e arrivare in consiglio comunale con richieste chiare di modifica all'attuale progetto di ricostruzione del Ferro di Cavallo. E' quello che a cominciare da questa sera con l'incontro organizzato dal comitato di quartiere “Per una nuova Rancitelli”, promuoveranno i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle che ribadiscono il parere favorevole all'abbattimento delle case popolari, ma il “no” altrettanto chiaro al progetto proposto dall'Ater e accolto con favore dall'amministrazione.

Per la capogruppo Erika Alessandrini e i consiglieri comunali Paolo Sola e Massimo Di Renzo ricostruire è un errore. Ciò che va fatto è invece creare servizi alla cittadinanza: ovvero piazze, asili, servizi postali, biblioteche e associazioni. L'occasione per Alessandrini anche per replicare all'assessore comunale Isabella Del Trecco: "Diceva che i portici non c'erano - afferma sottolineando come proprio la loro presenza abbia favorito da sempre le attività illecite nella zona -, ma nel progetto ci sono sia nella palazzina nord che in quella sud".

Le osservazioni, visto che si tratta di una variante urbanistica, possono dunque essere avanzate così come è accaduto, ricordano i pentastellati, per l'Area di Risulta quando sempre loro misero in piedi una simile mobilitazione. Per Alessandrini, Sola e Di Renzo fare nuove case popolari vuol dire riportare di nuovo il degrado nel quartiere, mentre offrire servizi vorrebbe dire davvero slegarsi dal passato e fare dello spazio in cui ora c'è il Ferro di Cavallo “un simbolo di rinascita delle periferie”, dichiarano. “Lanciamo l'invito a tutti a partecipare agli incontri che faremo noi e l'associazione Per una nuova Rancitelli”, concludono ribadendo che per loro è importante che il cittadino “torni ad essere protagonista del proprio territorio”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferro di Cavallo, M5s: "Dopo la demolizione servizi e non palazzi", parte la mobilitazione cittadina

IlPescara è in caricamento