rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Politica

Europarlamentare Casanova pungola Marsilio sulla A14: "È un cantiere a cielo aperto, chieda i danni ad Aspi e ministero"

L'eurodeputato leghista punta il dito contro i lavori e cantieri che da mesi interessano l'autostrada A14 nel tratto abruzzese con code e disagi

Chiedere un risarcimento danni ad Aspi e ministero per il caos cantieri sull'autostrada A14 nel tratto abruzzese. La richiesta arriva dall'europarlamentare della Lega Casanova, che scrive al presidente Marsilio per intervenire agendo a livello giudiziario nei confronti della concessionaria e del ministero delle infrastrutture.

L'A14, di fatto, sarebbe impraticabile per Casanova viste le condizioni dei cantieri riaperti dopo il lockdown, nel tratto fra Marche, Abruzzo, Molise e Puglia. Per questo, gli automobilisti sono costretti ogni giorno a code interminabili e disagi, con danni economici per tutti gli autotrasportatori costretti a percorrere quel tratto. Un fatto ingiustificabile spiega l'eurodeputato che sottolinea come la situazione inevitabilmente con l'arrivo delle vacanze estive è destinata a precipitare ulteriormente.

Il Presidente Marsilio valuti, pertanto, un’azione risarcitoria nei confronti di Aspi e del Ministero dei Trasporti, ai quali vanno imputati i danni economici dei comparti maggiormente danneggiati da questa vera e propria emergenza. Il rischio, serio, è che, con l’aumento stagionale dei flussi di traffico, si ripeta la babele della scorsa estate, con interi paesi interni e costieri presi d’assalto da auto e tir per decongestionare il traffico sulla A14. Inaccettabile

Nel frattempo, spiega Casanova, occorre pensare ad un transito gratuito per gli uteni nei tratti interessati dai cantieri.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Europarlamentare Casanova pungola Marsilio sulla A14: "È un cantiere a cielo aperto, chieda i danni ad Aspi e ministero"

IlPescara è in caricamento