rotate-mobile
Meteo Centro / Piazza della Rinascita

Dicembre si apre con il caldo: 29 gradi alle ore 14

A novembre la colonnina di mercurio sembrava essersi assestata su temperature più vicine alla normalità, con l'arrivo del freddo anche a causa del passaggio di un ciclone artico, ma si trattava evidentemente solo di una parentesi

Ben 29 gradi, e tutto questo alle ore 14, come si legge sullo storico termometro della farmacia di piazza della Rinascita. Ma la giornata è - almeno teoricamente - quella di un periodo invernale, poiché tale temperatura è stata registrata oggi, 1° dicembre. Eppure non c'è più da stupirsi: sono questi, infatti, gli effetti del tempo pazzo e del cambiamento climatico che ormai, oltre a essere innegabile, appare davvero irreversibile. Un caldo così non si era mai visto, o almeno non se ne ha memoria da decenni: l'ottobre 2023 per l'Abruzzo è stato da record, come certificato dal Cetemps (Centro di eccellenza dell'università dell'Aquila) che ha confermato l'ondata di caldo anomalo e siccità che ha colpito il territorio. Un ottobre che è stato più caldo di 4.3 gradi centigradi rispetto alla media di riferimento climatologico 1991-2020, classificandosi come “di gran lunga”, sottolinea il Centro, il più caldo degli ultimi decenni.

Le temperature massime in Abruzzo sono state in media superiori di 5.4 gradi con punte raggiunte nella nostra provincia e cioè nell'entroterra pescarese dove si è arrivati ad aumenti di 6.6 gradi. Più omogenee le anomalie sulle minime la cui crescita media è stata di 3.3 gradi. A fronte del grande caldo non ci sono state precipitazioni che mediamente sono crollate del 64 per cento con i picchi raggiunti in questo caso sul litorale teramano (meno 90%) e nella Marsica (meno 40%).

A novembre la colonnina di mercurio sembrava essersi assestata su temperature più vicine alla normalità, con l'arrivo del freddo anche a causa del passaggio di un ciclone artico, ma si trattava evidentemente solo di una parentesi. Se si considera che oggi alle 13 la temperatura era di 27 gradi, di fatto sta succedendo che più passano le ore e più la temperatura aumenta anziché scendere come avveniva di solito. E tutto ciò è sconvolgente.

Le masse d'aria quando giungono da Sud o Sudovest risultano inesorabilmente sempre più calde e spesso anomale. “È infatti bastato l'arrivo di una perturbazione 'libecciale' che il pescaggio di masse d'aria subtropicali ha fatto impennare le temperature su buona parte d'Italia, su valori decisamente anomali per il periodo – spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara – Clima primaverile, se non in alcuni casi propriamente estivo, su diverse aree del Centrosud, investito da tese correnti di libeccio con raffiche a tratti tempestose, specie sull'Appennino (picchi di 90-100km/h)”.

Tuttavia “sabato un fronte freddo raggiungerà l’Italia portando piogge, rovesci e temporali soprattutto al Nord e lungo il versante tirrenico, contestualmente ad una generale ridimensionata delle temperature – avverte Ferrara di 3bmeteo.com – il tutto accompagnato da venti anche forti. Domenica più sole e poche piogge residue, in un contesto climatico più consono alla stagione specie al Centronord”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dicembre si apre con il caldo: 29 gradi alle ore 14

IlPescara è in caricamento