Allerta meteo, in arrivo in Abruzzo freddo e temporali: le previsioni

Come fa sapere il centro funzionale d'Abruzzo il dipartimento della protezione civile nazionale ha emesso un avviso di condizioni meterologiche avverse

Allerta meteo per Pescara e la nostra regione a partire dalla giornata di domani, venerdì 20 novembre.
Come fa sapere il centro funzionale d'Abruzzo il dipartimento della protezione civile nazionale ha emesso un avviso di condizioni meterologiche avverse. 

Questo quanto prevede l'avviso:

«Dalle prime ore di domani, venerdì 20 novembre, e per le successive 24-36 ore, si prevedono venti da forti a burrasca, con raffiche di burrasca forte, dai quadranti settentrionali, su Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Umbria, in estensione, dal pomeriggio, a Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia e Basilicata. forti mareggiate lungo le coste esposte.
Dal mattino di domani, venerdì 20 novembre, e per le successive 24-30 ore, si prevedono precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Sardegna, Campania e Puglia, in estensione, dal pomeriggio, a Basilicata e Calabria. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locale attività elettrica e forti raffiche di vento».

Previsioni negative confermate anche dal meteorologo Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com che segnala l'arrivo del maltempo in Abruzzo:

«Venerdì netto cambio delle condizioni meteo-climatiche sul medio versante Adriatico, con un vortice sul Tirreno che richiamerà tese e fredde correnti di grecale. Ci attendiamo così piogge e rovesci sull'Emilia Romagna, che tenderanno a trasferirsi rapidamente a Marche e Abruzzo, dove indugeranno per tutto l'arco della giornata. Le precipitazioni potranno così risultare localmente abbondanti e a carattere temporalesco in particolare su Montefeltro, Urbinate, Pesarese, poi Maceratese, Ascolano, Teramano, Pescarese e Chietino, dove ci attendiamo accumuli complessivi localmente superiori ai 50-60mm. Non esclusi allagamenti soprattutto a ridosso della fascia subappenninica. Il tutto accompagnato da venti forti di grecale e bora, con raffiche anche di oltre 60-70km/h sui litorali dal ravennate al pescarese, oltre che sull'Appennino. Mari molto mossi o agitati con mareggiate possibili».

TRACOLLO TERMICO E NEVE IN APPENNINO – «Il maltempo sarà accompagnato come detto da aria fredda, che farà crollare le temperature specie sull'Appennino, tanto che la neve farà la sua comparsa anche sotto i 1000m sulla dorsale emiliana venerdì mattina», aggiunge Ferrara, «quota neve inizialmente elevata altrove ma in calo sin verso i 1000-1400m sulle Marche, a fine giornata anche sull'Abruzzo. Possibili accumuli anche di oltre mezzo metro di neve fresca dai 2000-2200m su Sibillini, Gran Sasso e infine Majella».

MIGLIORA NEL FINE SETTIMANA - Sabato avremo ancora residui fenomeni tra basse Marche e Abruzzo, deboli e nevosi a tratti sotto i 1000m, ma in esaurimento e con aperture via via più ampie, già effettive sull'Emilia Romagna. I venti di bora e grecale soffieranno ancora sostenuti, ma in progressiva attenuazione. Domenica sole prevalente ma con gelate notturne sulle vallate interne e anche in pianura sull'Emilia Romagna. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • Furto d'identità a Pescara, il caso finisce a "Le Iene" [VIDEO]

  • Ha i sintomi del Covid dopo la positività del coinquilino ma il tampone arriva dopo 20 giorni, il racconto di un pescarese

  • La cabina di regia mette l'Abruzzo in zona rossa, c'è l'annuncio di Speranza

Torna su
IlPescara è in caricamento