menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contributi per i libri di testo, ecco come richiedere il rimborso

La domanda di rimborso per l'acquisto dei libri di testo è rivolta agli alunni residenti frequentanti le scuole secondarie di primo e secondo grado anche non presenti su territorio comunale

Ogni anno a settembre sul sito istituzionale del Comune di Pescara è disponibile il bando con per ottenere il contributo per i libri scolastici. La domanda di rimborso per l'acquisto dei libri di testo è rivolta agli alunni residenti frequentanti le scuole secondarie di primo e secondo grado anche non presenti su territorio comunale.

La domanda dovrà essere corredata di Isee, per verificare se si è effettivamente beneficiari del contributo previsto. Per l’anno scolastico 2019/2020 la soglia massima Isee fissata era pari a €15.493,71

Le spese saranno rimborsate solo se accompagnate da apposita documentazione contabile in originale dalla quale si possano evincere nominativo dell’alunno, titolo dei libri acquistati, costo unitario dei testi e spesa complessiva sostenuta.

Tutti coloro che volessero richiedere il contributo per i libri scolastici, potranno compilare la domanda reperibile sul sito del Comune di Pescara, a questo link, oppure all’Urp, in piazza Duca d’Aosta n.15, piano terra.

Novità anno scolastico 2020/2021

In attesa che ricominci la scuola, rispettando le norme di sicurezza anti Covid-19, le famiglie indigenti potranno, se approvata la misura, evitare di pagare di propria tasca i libri di testo in attesa del rimborso. Questa è la proposta del consigliere comunale e capogruppo Udc Pignoli, che permetterebbe alle famiglie di anticipare i soldi, prevedendo per loro il pagamento diretto da parte dell’ente comunale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento