menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
@Unsplash

@Unsplash

Come e dove richiedere la separazione e il divorzio a Pescara

È possibile, con l’attuale Legge, recarsi direttamente dinanzi all'ufficiale dello Stato Civile del comune di residenza per separarsi o divorziare

Se prima richiedere la separazione e il divorzio richiedevano tempi lunghi e la presenza di avvocati, già da qualche anno a Pescara la pratica è stata di gran lunga snellita.

È infatti possibile con l’attuale Legge (articolo 12 del Decreto legge n. 132/2014, convertito nella legge 162/2014) recarsi direttamente dinanzi all'ufficiale dello Stato Civile del comune di residenza (di entrambi, di uno dei due ovvero del comune presso cui è iscritto o trascritto il matrimonio), per separarsi o divorziare, concludendo "un accordo di separazione personale, ovvero, nei casi di cui all'articolo 3, primo comma, numero 2), lettera b), della legge 10 dicembre 1970, n. 898, di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del  matrimonio, nonché di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio".

Come funziona

L’Ufficiale riceve le dichiarazioni di ciascuno dei due coniugi, secondo le condizioni già concordate tra loro, e si avvia alla compilazione e sottoscrizione di un accordo, che produrrà gli stessi effetti dei provvedimenti giudiziali.

Questa procedura vale solamente per le coppie che scelgono la strada della separazione o del divorzio consensuale, ovvero con il pieno accordo delle parti su tutti gli aspetti personali e patrimoniali. Inoltre non devono far parte del nucleo familiare figli minori, o maggiorenni incapaci, o economicamente non autosufficienti, o figli portatori di handicap grave.

Al contrario, bisogna seguire l’iter ordinario in tribunale; clicca qui per la Domanda congiunta di separazione personale o di divorzio in tribunale a Pescara.

L'accordo non può contenere patti di trasferimento patrimoniale (nel caso ad esempio della casa familiare, di un'auto, di un conto corrente cointestato). In casi simili l'unica strada possibile è quella della negoziazione assistita davanti al legale o la tradizionale via del tribunale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento