Case popolari a Pescara: a chi rivolgersi e informazioni utili

Le case popolari sono alloggi pubblici destinati a famiglie che ne hanno bisogno

È sempre spinoso l’argomento che riguarda la richiesta di alloggio nelle case popolari e l’assegnazione al nucleo familiare vincitore. Questo perché bisogna possedere specifici e imprescindibili requisiti, grazie ai quali è possibile partecipare al concorso pubblico indetto dal Comune, che assegnerà a canone di affitto agevolato gli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (E.r.p.).

Facciamo un po’ di chiarezza e cerchiamo di capire a chi spetta la casa popolare e a chi presentare la domanda.

Case popolari: cosa sono?

Le case popolari sono immobili di proprietà pubblica, che si possono assegnare a nuclei familiari in difficoltà economica. Questi alloggi non sono gratis, ma si paga un canone di affitto davvero basso, molto inferiore ai prezzi di mercato.

Come e a chi fare domanda?

La domanda per aggiudicarsi una casa popolare va presentata al Comune di Pescara, che provvederà a inserire la famiglia in graduatoria, ma solo se è attivo il bando di concorso di assegnazione. Un valido aiuto può essere il patronato di fiducia: qui troverete persone che conoscono la materia e vi aiuteranno a compilare e presentare bene la richiesta.

A chi spettano le case popolari?

Le case popolari spettano a chi possiede determinati requisiti, genericamente ben illustrati nel bando di concorso. In genere:

  • non bisogna essere proprietari di altri alloggi
  • non essere stati sfrattati da altre case popolari
  • non essere occupanti abusivi di altre case popolari
  • essere residenti nel territorio comunale, anche se stranieri ma in possesso di permesso di soggiorno
  • non superare il limite di reddito massimo (calcolato sulla base del numero dei componenti familiari)

Quanto costa l’affitto di una casa popolare?

Il canone è basso, molto al di sotto della media dei canoni di affitti normali in città. In genere, per un appartamento con tre stanze si paga intorno ai 100 euro.

Riscatto della casa popolare

Riscattare la casa popolare è possibile, secondo la legge del 24 dicembre 1993 n. 560. Possono riscattare l’alloggio coloro che ci vivono, quindi gli assegnatari o i familiari conviventi. Il costo di una casa popolare è più basso rispetto al prezzo che si pagherebbe per un qualsiasi immobile in vendita in città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per altre informazioni, è possibile recarsi allo sportello del Comune di Pescara, in piazza Italia 1, al primo piano del palazzo Ex Inps. L’orario di ricevimento è: martedì dalle 10 alle 12 e giovedì dalle 16 alle 17. Per tutti i dettagli, visitate la pagina ufficiale del Comune dedicata ai servizi relativi a Politiche della Casa – Edilizia Residenziale Pubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo si toglie la vita, tragedia nel Pescarese

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Marsilio firma l'ordinanza sui protocolli di sicurezza per la fase 2, ecco le regole per il mare

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Tragedia a Rosciano, tenta di rientrare in casa da una finestra e cade: morto un uomo

Torna su
IlPescara è in caricamento