rotate-mobile
Mercoledì, 4 Ottobre 2023
Green

Dionisio (Arta): "Sempre più attenzione alla tutela dell'ambiente e al benessere dei cittadini"

L'Agenzia regionale fa un primo bilancio dopo l'avvio di un nuovo modello organizzativo, stilate le priorità con le istituzioni e le associazioni ambientaliste, l'obietto è coniugare sostenibilità, crescita economica e coesione sociale

“Un'agenzia moderna, dispensatrici di servizi complessi, in grado di incidere tanto sulla tutela dell’ambiente quanto sul benessere della collettività”. Questi per il direttore generale dell'Arta (Agenzia regionale per la tutela ambientale) Maurizio Dionisio, gli obiettivi che si stanno raggiungendo da quando l'ente ha intrapreso il suo percorso di rinnovamento. Un primo bilancio “a freddo” è stato fatto nel corso della conferenza regionale ambientale “Transizione ecologica e benessere” tenutasi nei giorni scorsi a L'Aquila. “Un proficuo momento di confronto e riflessione sulle tematiche ambientali di più stretta attualità dal quale è emersa piena condivisione, anche con i vertici della Regione, sul nuovo modello di Arta che stiamo costruendo, destinato ad allargare sempre più competenze ed attività”, spiega Dionisio. La due giorni, che ha visto la partecipazione delle istituzioni, dei vertici dei maggiori enti ambientali nazionali, della politica e di rappresentanti di rilievo del mondo delle associazioni ambientaliste, è stata l’occasione per fare il punto sullo stato dell’arte della transizione ecologica in Abruzzo, sulle attività di monitoraggio e di controllo svolte da Arta e sullo stato di attuazione della legge regionale “Abruzzo regione del benessere”.

“Abbiamo voluto riflettere qualche giorno sui risultati, importanti, della conferenza regionale prima di fare un bilancio. Siamo qui a confermare che è stata l’occasione per ribadire la piena comunione d’intenti sul ruolo e sugli ambiziosi obiettivi che l’Agenzia dovrà perseguire nei prossimi anni. Dai vertici della giunta e del consiglio regionale – prosegue il direttore Arta – sono arrivate preziose indicazioni sulla strada da seguire per costruire insieme un nuovo modello di Arta che, nel pieno rispetto dei valori ambientali, sia anche strumento di crescita e di sviluppo della nostra regione e di miglioramento della qualità della vita dei nostri concittadini. In questo senso, c’è stato un confronto serrato ma leale anche con le associazioni ambientaliste, ciascuno nel rispetto delle proprie prerogative”. “Ritengo sia imprescindibile – aggiunge il direttore tecnico,Massimo Giusti – coniugare la domanda di sostenibilità ambientale con la crescita economica e la coesione sociale. In tal senso, diventerà dirimente condividere azioni specifiche per fare sistema e contribuire allo sviluppo del territorio nel pieno rispetto dell’ambiente. Concorreremo a rendere unico l’Abruzzo del benessere attuando la legge regionale che inciderà non solo sul miglioramento complessivo delle matrici ambientali ma anche sulle peculiarità culturali, paesaggistiche, storiche ed enogastronomiche della nostra regione”.

La conferenza è stata anche l’occasione per aprire un proficuo dibattito sulle politiche ambientali da attuare nel prossimo futuro con le principali associazioni ambientaliste intervenute alla conferenza. Associazioni con cui, spiega Dionisio, ci si è confrontati “sulle linee strategiche e programmatiche in materia ambientale. Ne è emerso un rinnovato proficuo rapporto basato sulla condivisione di buone pratiche e su una collaborazione trasversale in grado di costruire un futuro più sostenibile”. Alla due giorni hanno preso parte, tra gli altri, il presidente della Regione Marco Marsilio, il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri e il vicepresidente della giunta regionale con delega all'ambiente Emanuele Imprudente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dionisio (Arta): "Sempre più attenzione alla tutela dell'ambiente e al benessere dei cittadini"

IlPescara è in caricamento