menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Smog, inquinamento e Comune: le riflessioni dei Ciclisti Anonimi

Dopo le ultime vicende relative al problema degli odori del sansificio e delle polveri sottili nell'aria in città, i Ciclisti Anonimi pescaresi e il comitato Aria Libera Pescara avanzano proposte per risolvere il problema

Interventi strutturali, che incentivino realmente l'uso della bicicletta o comunque di mezzi pubblici rispetto all'auto in città, e massima attenzione per la qualità dell'aria.

I Ciclisti Anonimi pescaresi e il comitato Aria Libera Pescara intervengono sulla questione delle polveri sottili e dello smog, e sul problema dei cattivi odori provenienti dal sansificio.

“I Ciclisti Anonimi Pescaresi rivendicano da tempo l' opportunità di limitare l'uso delle auto e iniziare a dare il giusto peso e le giuste risorse alle nuove tipologie di spostamento che una città del XXI secolo deve avere. Per farlo bisogna che la città abbia un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile. Crediamo che sia importante predisporre un tavolo che si occupi di tpl, veicoli non motorizzati, piano logistico urbano delle merci, piano parcheggi, mobilità telematica e sharing, categorie svantaggiate, e piano regolatore dei tempi e degli orari, la cui finalità sia la redazione del PUMS nei prossimi 12 mesi. Il piano deve  avere degli obiettivi. A nostro avviso c'è assoluto bisogno di riequilibrare i flussi tra le varie utenze." dichiara l'associazione, aggiungendo che in Italia oltre l'80% degli spostamenti avviene in auto, un dato nettamente più alto rispetto alla media europea.

In merito al problema del sansificio, il comitato sottolinea l'esasperazione dei cittadini che risiedono vicino all'impianto, considerando che le emissioni non sono solo fastidiose ma possono essere potenzialmente anche dannose.

"Non è più il tempo di provvedimenti temporanei come le domeniche ecologiche o le targhe alterne, si pensi ad un piano di sensibilizzazione all’uso di mezzi pubblici, all’intermodalità creando parcheggi di scambio, al già citato piano urbano della mobilità sostenibile. Le soluzioni sono a portata di mano. E’ necessaria solo una decisa volontà politica." ha dichiarato Massimo Melizzi di Pescara Punto Zero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento