Sabato, 13 Luglio 2024
mobilità

Il Comune attiva anche lo scooter sharing con 18 mesi di sperimentazione

Con l'affidamento alla società GoMo di Campomarino del servizio di scooter sharing il Comune di Pescara chiude il cerchio della proposta di mobilità condivisa: costerà 12,99 euro a ora

Attivo anche lo scooter sharing a Pescara da martedì 31 ottobre e il nuovo servizio andrà avanti per 18 mesi di sperimentazione.
E il numero di mezzi a regime potrà arrivare fino a cinquanta.

Sarà un sistema di spostamenti sostenibile, in integrazione con il trasporto pubblico locale e con i collegamenti ferroviari, che è partito con i monopattini ed è arrivato a comprendere biciclette a pedalata assistita, auto ibride e ora gli scooter elettrici.

Che saranno in servizio da domani, ventiquattr'ore su ventiquattro in tutto il territorio comunale. Con l'unica eccezione delle aree pedonali. «La condivisione è una grande opportunità per alleggerire le città dal traffico degli autoveicoli privati», dice l'assessore alla mobilità Luigi Albore Mascia, «che per Pescara è particolarmente importante, in ragione del numero di persone che raggiungono la città ogni giorno per studio o per lavoro. A cui vanno aggiunti, nel periodo estivo in particolare, tutti i pendolari del turismo. Oggi le città devono offrire servizi sempre più funzionali, possibilmente, come in questo caso, a costo zero per la comunità».

GoMo è una startup, un'azienda giovane che si sta posizionando rapidamente sul mercato e ha quindi una visione molto innovativa delle strategie di mobilità. I mezzi proposti, Super Soco modello Cux, si avvalgono anche di un back office tecnologico importante, che consente un monitoraggio costante sia dello stato di funzionamento, che del posizionamento, che delle condizioni di utilizzo. Il servizio sarà in free floating, come già avviene per i monopattini e la ridistribuzione dei mezzi sarà curata in maniera assidua. L'app che gestisce il noleggio non consentirà di chiudere viaggio fin quando i due caschi, forniti in dotazione, non saranno correttamente agganciati, il bauletto chiuso e scattata la foto di mezzo correttamente parcheggiato. In caso di irregolarità di parcheggio verrà inviata una mail di avviso che, oltre a riportare l'infrazione ricorderà le regole e le penali in cui si potrebbe incorrere. Il noleggio sarà possibile solo se si è maggiorenni e in possesso di regolare patente di guida. Infine, i costi: lo sblocco, da effettuare via app attraverso un qrcode, costa un euro, poi 0,29 al minuto. La tariffa oraria è di 12,99, la giornaliera di 29,99 quella della durata di 3 giorni 55,99, con quattro sblocchi al giorno da 30 minuti l'uno. Sono previsti incentivi con premialità per chi lascia i mezzi in aree di sosta stabilite e la possibilità di abbonamenti anche aziendali. 

«Per noi Pescara è una grande opportunità», dichiara per GoMo Matteo Corazzini, «perché nel corso degli ultimi due anni ha raggiunto uno standard di offerta in sharing che la mette al livello delle grandi città. I mezzi proposti da GoMo sono moderni e affidabili e consentono di spostarsi in assoluta sicurezza».

Scooter sharing Pescara

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune attiva anche lo scooter sharing con 18 mesi di sperimentazione
IlPescara è in caricamento