Mercoledì, 20 Ottobre 2021
mobilità

Torna il progetto Pedibus, saranno 3 gli istituti coinvolti: si parte dal 4 ottobre

Riprende anche quest'anno il progetto Pedibus attraverso il quale gli alunni potranno raggiungere la scuola a piedi

Torna anche quest'anno il progetto Pedibus con il quale gli alunni raggiungeranno a piedi le scuole di 3 istituti comprensivi di Pescara.
A presentarlo è l'assessore alla Mobilità, Luigi Albore Mascia.

Saranno tre, durante la stagione scolastica 2021/2022, gli istituti comprensivi che parteciperanno a questa esperienza che tanto successo ha ottenuto lo scorso anno e che è dedicata ai bambini che avranno ancora la possibilità, al mattino e all’uscita dalle lezioni, di raggiungere e lasciare a piedi la scuola, contribuendo in questo modo a ridurre l’uso dell’auto e quindi il congestionamento del traffico, in particolare proprio nelle aree intorno agli istituti che frequentano.  

Il progetto inizierà dopodomani, lunedì 4 ottobre, con la prima scuola interessata (l’istituto comprensivo 5). Al Comprensivo 5, che ha di nuovo aderito all’iniziativa pilota dello scorso anno, con 120 studenti delle scuole di via Gioberti, via Cavour e Piano T Zanni, si aggiungeranno infatti, da lunedì 11 ottobre, le scuole del Comprensivo 1 (con 20 bambini), ovvero la ‘Iqbal Masih’, la ‘Rodari’, e la ‘Don Milani’, tutte nel quartiere di Villa del Fuoco, e del Comprensivo 8 (con 40 alunni), ossia le primarie di Borgo Marino nord e via del Concilio.

Come funziona il progetto Pedibus

Il piano del Pedibus conferma le linee già utilizzate in passato: i genitori, in molti casi i nonni, dovranno accompagnare figli e nipoti in luoghi prestabiliti, le cosiddette “fermate” (salite quest’anno a 23 complessivamente), dai quali, stringendo tra le dita “la corda”, il simbolo del Pedibus e dello spirito della condivisione che è il senso profondo di questa iniziativa, procederanno verso la scuola accompagnati da volontari e famigliari, il tutto in piena sicurezza. Ogni singola famiglia che ha aderito al progetto ha avuto a disposizione una piantina con tutte le informazioni, comunque disponibili nei singoli istituti. Gli operatori saranno riconoscibili perché indosseranno delle pettorine che, insieme ai cappellini, vengono fornite anche ai ragazzi che possono così muoversi in comitiva e in maniera visibile, a distanza di sicurezza secondo le prescrizioni anti-Covid.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna il progetto Pedibus, saranno 3 gli istituti coinvolti: si parte dal 4 ottobre

IlPescara è in caricamento