rotate-mobile
mobilità Riviera Nord / Viale Leopoldo Muzii, 112

Pista ciclabile in viale Muzii, Confcommercio: "Necessaria una pianificazione"

L'associazione ammonisce: "Ci saranno 50 posti auto in meno e danni per i negozi". E ieri i gruppi di centrodestra hanno effettuato un sopralluogo insieme al capogruppo regionale di Forza Italia, Lorenzo Sospiri: "Sarà un inutile doppione della pista di via Sabucchi"

La Confcommercio di Pescara ha chiesto ufficialmente al Comune di rinviare l'avvio dei lavori per realizzare la pista ciclabile su viale Muzii che comporterebbe la perdita di circa 50 posti auto.

"Crediamo che prima di procedere con fretta alla realizzazione di tratti di piste ciclabili a volte inutili e spesso poco sicuri si debba preventivamente redigere un piano di mobilità, comprese le piste ciclabili, che si integri con il piano dei parcheggi - scrive il presidente Franco Danelli - In mancanza di ciò si rischia di realizzare un'opera che comporterebbe la perdita di posti auto su un'arteria commerciale importante. Siamo favorevoli alle piste ciclabili, a patto che si evitino interventi estemporanei senza alcuna sicurezza, come quello su viale Regina Margherita, e senza valutare le conseguenze sul tessuto economico cittadino. Arrecare danni al commercio di una via vuol dire far chiudere le saracinesche e spegnere le insegne con tutto quello che ciò comporta in termini di degrado sociale e di aumento della malavita".

Foto sopralluogo6-2

Contro questa decisione si sono schierati anche i gruppi consiliari di Forza Italia, Pescara Futura e Fratelli d’Italia al Comune di Pescara nonche' il capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo, Lorenzo Sospiri. Ieri erano tutti presenti a un sopralluogo effettuato con il dirigente comunale Giuliano Rossi, responsabile del progetto.

“La pista ciclabile progettata in via Leopoldo Muzii è inutile, costosa e soprattutto dannosa visto che cancellerà decine di parcheggi – hanno sottolineato Sospiri e i consiglieri comunali di centrodestra – Non la vogliono i commercianti, non la vogliono i residenti, non la vuole nessuno tranne la giunta Alessandrini che, come già accaduto in via Moro e via Regina Margherita, realizza opere boomerang. Lo abbiamo dimostrato portando in sopralluogo la Commissione Grandi Infrastrutture che ha ascoltato gli operatori commerciali della strada e si è resa conto da sola delle assurdità di un’opera sbagliata. Sono mesi che raccogliamo le istanze di residenti, cittadini e operatori economici di viale Muzii, che temono la costruzione di una pista ciclabile inutile che decreterà la morte della strada”.

VIDEO | PESCARA E' UNA CITTA' A MISURA DI CICLISTA?

Domani, mercoledì 22 novembre, dovrebbe partire il cantiere, “che ovviamente impediremo con ogni mezzo legittimo per scongiurare un inutile sperpero di denaro pubblico che darà alla città un doppione della pista ciclabile di via Sabucchi”, ha annunciato il centrodestra. Tra l'altro sempre domani, alle ore 11 in Sala Giunta, si svolgerà una conferenza stampa per presentare gli interventi di riqualificazione su viale Muzii: parteciperanno l’assessore alla Mobilità Stefano Civitarese Matteucci e i tecnici del settore Mobilità del Comune.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pista ciclabile in viale Muzii, Confcommercio: "Necessaria una pianificazione"

IlPescara è in caricamento