mobilità

Monopattini elettrici a noleggio, quasi azzerati gli atti di vandalismo: i dati sull'uso nei primi 4 mesi del 2021

L'amministrazione comunale fa il bilancio del primo quadrimestre dell'anno riguardo all'utilizzo dei monopattini in città

Il Comune di Pescara traccia il bilancio dell'utilizzo dei monopattini elettrici a noleggio in città nei primi 4 mesi dell'anno. 
Il quadro che emerge è quello di un uso più maturo e accurato, con un sostanziale azzeramento degli atti di vandalismo, l'immissione su ustrada di mezzi nuovi, sanificazione costante.

Se l'inverno ha portato una prevedibile riduzione della micromobilità in città, con il risalire delle temperature l'utilizzo dei monopattini sulle brevi e medie distanze torna ad essere un'alternativa alla più tradizionale bicicletta.

I dati più recenti, quelli di aprile, parlano di un totale di 23.407 viaggi effettuati, per una distanza complessiva di 101.650, 83 chilometri. La distanza media di viaggio è di 4,19 chilometri, per una durata media di circa 13 minuti. Questo ha consentito un risparmi di Co2 stimato in 180014 kg. Il giorno con più viaggi è stato il 30 aprile: 1336: 1336 viaggi per un totale di 6057,81 chilometri percorsi. 4,53 chilometri in media per ogni viaggio per una durata media di 12,22 minuti.

«È chiaro che non era possibile restare attestati sul boom della scorsa estate», evidenzia l'assessore alla Mobilità, Luigi Albore Mascia, «anche per una questione di temperature. Una contrazione fisiologica per così dire "stagionale" nell'utilizzo che ha mantenuto però una sua costanza. I monopattini sono stati riconosciuti come un mezzo di trasporto comodo ed efficace, che consente spostamenti agili sulla breve e media distanza e che soprattutto non incatena alla necessità di trovare parcheggio. Proprio la stabilizzazione ci fa capire che abbiamo già raggiunto un primo obiettivo: il boom iniziale era legato alla novità, alla curiosità, oggi siamo arrivati a un utilizzo consapevole e concreto, pur nella coscienza che, come in tutte le situazioni, c'è sempre qualcosa che può essere migliorato. Se ancora qualcuno abbandona i mezzi in maniera "creativa" va comunque detto che il fenomeno si è ridimensionato, c'è più attenzione e più regolarità nell'utilizzo e anche i dati ci dicono che lo spostamento è collegato in linea di massima ad esigenze effettive».

I tempi medi di percorrenza si attestano sempre sulle stesse dimensioni (12,20 minuti a marzo, 12,41 a febbraio, 12,46 a gennaio). La distanza media cambia nei periodi e diventa invece più breve (1,73 km a marzo, 2,09 a febbraio e 1,96 a gennaio). Il mese con meno viaggi in assoluto è febbraio, con 12.756, rispetto ai 14.102 di gennaio e ai 13.208 di marzo. «Su tutto pesano anche le restrizioni imposte dall'emergenza sanitaria», aggiunge Mascia, «anche se il monopattino, usato correttamente, è il mezzo più sicuro dal punto di vista del distanziamento. Va anche sottolineato che Helbiz, la società di gestione del servizio sul territorio, effettua una sanificazione costante di tutti i mezzi utilizzati, nel massimo rispetto delle disposizioni anticontagio. In più c'è stata una forte crescita nell'acquisto di monopattini da parte dei privati, persone che hanno scelto di investire sulla mobilità alternativa».

Sempre in regime di free floating arriveranno anche biciclette a pedalata assistita e scooter sharing: «L'idea», conclude l'assessore, «è quella di creare una rete di servizi, in cui naturalmente è inserito anche il trasporto pubblico locale, che consenta di limitare alla necessità effettiva l'utilizzo dell'auto privata. Un risparmio per l'ambiente e, con un'attenta gestione, anche per le tasche dei cittadini».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monopattini elettrici a noleggio, quasi azzerati gli atti di vandalismo: i dati sull'uso nei primi 4 mesi del 2021

IlPescara è in caricamento