Venerdì, 14 Maggio 2021
mobilità Portanuova

La Fiab critica la nuova pista ciclabile davanti la stazione di Porta Nuova: "Fuori luogo e poco sicura"

L'associazione dei ciclisti pescaresi contesta la pista ciclabile realizzata sul marciapiede davanti alla stazione di Porta Nuova

La Fiab Pescarabici critica la realizzazione della pista ciclabile davanti alla stazione ferroviaria di Porta Nuova. L'associazione dei ciclisti anonimi, infatti, parla di una scelta sbagliata e fuori luogo, come d'altronde tutte le piste realizzate sui marciapiedi come avvenne per quella lungo il lato monte della riviera sud realizzata dalla provincia. Il tracciato fra piazza Colonna e piazza Berlinguer è stato definito "imbarazzante" dalla Fiab:

A nulla servono le giustificazioni per cui si intenderebbe proteggere chi parcheggia le auto nei dintorni dell’area, perché il Comune di Pescara gestisce il parcheggio coperto antistante l’entrata alla Stazione Ferroviaria contenente ben 300 posti auto, sempre desolatamente vuoto. Potrebbe non esserlo se si decidesse di far parcheggiare le auto proprio lì anziché sulla strada che, così liberata, potrebbe ospitare più di un tracciato ciclabile e al contempo garantire una migliore mobilità. Vero è che la legge impone la presenza di parcheggi auto liberi a fronte di parcheggi a pagamento presenti in zona, senza però precisare il numero degli uni né degli altri; ma quelli gratuiti potrebbero essere previsti proprio all’interno del grandissimo garage coperto.

L'associazione ha poi analizzato i numeri relativi ai 148 posti aiuto regolari nella zona e 25 posti auto riservati a disabili o scarico e carico oltre ai 300 posti al coperto nel parcheggio comunale

Di questi 150 potrebbero essere lasciati gratis visto che ora è vuoto comunque. Ma, anche pagando, il costo orario è di € 1,50/h, € 4,00 per un giorno (dalle 8:00 alle 20:00) e € 35,00 per un mese (diurno): gli automobilisti potrebbero disporre a proprio comodo del parcheggio coperto a € 1,16 al giorno! Il parcheggio di giorno e di notte costa solo € 54,00.

Oltre ad essere estremamente economica la sosta a pagamento sarebbe un ricavo importante per il gestore che oggi perde utili. Quindi non solo potremmo avere una pista/corsia ciclabile sulla strada e degna di questo nome, ma gli automobilisti, e l’amministrazione comunale, potrebbero trarre grande vantaggio da questa soluzione. Si tratterebbe di una prospettiva WIN WIN, dove cioè vincono tutti!
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fiab critica la nuova pista ciclabile davanti la stazione di Porta Nuova: "Fuori luogo e poco sicura"

IlPescara è in caricamento