rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
mobilità San Donato

La denuncia della Fiab: "Nel nuovo distretto sanitario sud bici completamente dimenticate"

L'associazione dei ciclisti spiega che mancano percorsi dedicati per l'arrivo in bicicletta nel nuovo distretto sanitario sud, oltre a mancare stalli per il posteggio

Nel nuovo distretto sanitario sud di Pescara i ciclisti sono stati completamente dimenticati. A dirlo la Fiab, l'associazione dei ciclisti abruzzesi che ha scritto al sindaco e alla giunta comunale per evidenziare come nel progetto della nuova struttura siano completamente assenti percorsi dedicati alle due ruote e stalli:

"Siamo lungamente intervenuti per stigmatizzare la situazione di caos determinata dall'abitudine che si è nel tempo consolidata di parcheggiare l'auto sulla pista ciclabile di via de Gasperi, lato mare, nei pressi dell'ex distretto sanitario Pescara sud di Via Rieti. Abbiamo fatto telefonate su telefonare ai vigili per chiedere di intervenire per ripristinare condizioni di normalità e di rispetto delle norme del CdS e agli uffici del Comune per il rifacimento della segnaletica orizzontale, sparita ormai da tempo a seguito di lavori stradali terminati solo con il parziale rifacimento del manto di asfalto. Nulla è accaduto, per adesso, se non lo spostamento della sede del Distretto, che ora è in via Rio Sparto.

Siamo andati a ispezionare il nuovo avamposto sanitario e ci siamo accorti della totale assenza di rastrelliere. Non sappiamo quanto l'opera sia completa o meno nella dotazione di certi servizi, ma abbiamo notato che la strada per arrivarci un auto c'è, dotata anche di una stretta bretella laterale per i pedoni, come anche ci sono i parcheggi tutt'intorno l'edificio, ma nulla per le due ruote, né per arrivarci, se non, supponiamo, in promiscuità con le auto, ma soprattutto per parcheggiare, con il rischio di dover attaccare ruota o telaio a pali o alberi- E' possibile una simile distrazione? Che una struttura nuova e moderna come questa non venga dotata di spazi dedicati alla bicicletta? Eppure presso la precedente sede c'era almeno una rastrelliera, spesso stracolma da entrambi i lati."

Ora, spiega la Fiab, servirebbero almeno 4/5 posti auto totalmente dedicati alle biciclette dove inserire un semplice stallo ad archetto e chiara segnaletica di accesso e fruizione, con una comunicazione interna alla Asl che possa incentivare gli utenti ad utilizzare la bici quale mezzo di movimento fisico per la prevenzione di alcune malattie:

"Sarebbe auspicabile attuare anche una politica di mobility management tra operatori e operatrici che lavorano presso la struttura perché siano intanto loro ad essere in prima linea, insieme all'amministrazione, con azioni virtuose di accesso alla sede di lavoro, magari inserite in piano spostamenti dedicato alla struttura. Saremmo ben lieti di contribuire a questo nuovo scenario con un nostro contributo."

distretto sud 2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La denuncia della Fiab: "Nel nuovo distretto sanitario sud bici completamente dimenticate"

IlPescara è in caricamento