rotate-mobile
mobilità

La denuncia di Carrozzine Determinate: “Cinema a pagamento per i disabili gravi”

Il presidente dell’associazione, Claudio Ferrante, denuncia ciò che secondo lui “è davvero un tornare indietro” e “una spia di una gravissima diminuzione dell’empatia nei confronti delle persone che già affrontano insormontabili problemi quotidiani”

“Non si può rimanere indifferenti al cambio di rotta della dirigenza della struttura delle The Space - Porto Allegro di Montesilvano, che dal 1999 consentiva l’accesso gratuito alle persone con disabilità grave e che, dopo aver riconosciuto solo a gennaio di quest’anno la riduzione del biglietto anche per l’accompagnatore della persona disabile, dal 1° maggio 2018 cambia drasticamente strada. Si prevede infatti il pagamento del biglietto di ingresso al cinema sia per l’accompagnatore che per il soggetto disabile”.

Il presidente dell’associazione Carrozzine Determinate, Claudio Ferrante, denuncia ciò che secondo lui “è davvero un tornare indietro” e “una spia di una gravissima diminuzione dell’empatia nei confronti delle persone che già affrontano insormontabili problemi quotidiani”. Ma Ferrante non se la prende solo con il circuito The Space:

“Si registrano queste disparità di trattamento – precisa – in numerose sale cinematografiche della regione e non si può non porre l’accento sulla totale assenza di sensibilità che guida queste scelte. A differenza dei musei, dove vi sono delle direttive ministeriali per cui al disabile in condizione di gravità è sempre consentito l’accesso gratuito, per le sale cinematografiche a farla da padrona sono le consuetudini e soprattutto il buon senso e la sensibilità sul tema degli amministratori”.

Come associazione avente sede sul territorio, Carrozzine Determinate “non può non rilevare come proprio in una città come Montesilvano, all’avanguardia per i servizi per la disabilità, prima amministrazione comunale a istituire un ufficio disabili, che proprio quest’anno ha investito in nuovi servizi per le spiagge accessibili volte ad attirare anche un turismo accessibile, le sale cinematografiche, tra l’altro vicino alle zone turistiche, non prevedano più la gratuità dell’ingresso per la persona disabile! È una scelta davvero socialmente inaccettabile”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La denuncia di Carrozzine Determinate: “Cinema a pagamento per i disabili gravi”

IlPescara è in caricamento