menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sulle "bici selvagge" interviene la Fiab: "Più rastrelliere e tolleranza zero anche per le auto in doppia fila" [FOTO]

L'associazione dei ciclisti interviene in merito al dibattito scatenato dalle multe comminate ai proprietari delle bici parcheggiate in modo irregolare a Pescara

La Fiab interviene nel dibattito riguardante le multe a raffica comminate ai ciclisti, da parte della polizia municipale, che nei giorni scorsi hanno parcheggiato le bici in modo non regolare e fuori dalle rastrelliere del lungomare. L'associazione dei ciclisti ha scritto all'amministrazione comunale evidenziando come in fase post Covid le biciclette siano un mezzo di trasporto utilissimo per mantenere il distanziamento sociale, a differenza dell'automobile, hanno bisogno di pochissimo spazio per parcheggiare, non inquinano e non creano code e rumori molesti per la cittadinanza.

RAFFICA DI MULTE AI CICLISTI

"Ci è capitato negli ultimi weekend di fare una ricognizione sul lungo mare nord e sud e abbiamo notato una marea di biciclette, stalli stracolmi e tante due ruote attaccate ai pali della segnaletica stradale, dei pannelli pubblicitari, dell’illuminazione, agli alberi. Uno scenario sicuramente disdicevole, di basso decoro urbano, non c’è che dire, ma che trasmette un chiaro segnale: più parcheggi alle bici!!! Lungo la strada il decoro è ormai perso nella notte dei tempi, perché non ci si venga a dire che le auto, ancorché ordinatamente in sosta, facciano di una strada una bella strada. "

Tutte le biciclette parcheggiate in città, sottolinea la Fiab, occupano comunque 5 volte meno spazio delle automobili, aggiungendo che gli stalli sono pochissimi in città ed andrebbero significativamente aumentati. Oltre ai controlli sui ciclisti, dunque, l'associazione auspica maggiore rigore anche per i parcheggi selvaggi ed in doppia fila delle automobili, che provocano anche rischi e pericoli per i ciclisti stessi.

Siamo con le forze dell’ordine e con le istituzioni. Per una città più sana, più sicura e più bella

sosta bici 2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento