rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
mobilità

Progetto area di risulta, stangata per i parcheggi per i disabili

Claudio Ferrante, presidente di Carrozzine Determinate, critica la decisione del Comune di far pagare a metà prezzo i parcheggi ai disabili fuori dagli stalli previsti dalla legge. "Un salasso inaccettabile"

No ai parcheggi a pagamento per i disabili nel progetto di riqualificazione dell'area di risulta. Claudio Ferrante, presidente dell'associazione Carrozzine Determinate, attacca l'amministrazione comunale per la decisione di non concedere la sosta gratuita ai disabili gravi negli stalli a pagamento, ma di far pagare la metà rispetto alla tariffa normale.

AREA DI RISULTA, SALTA IL CONSIGLIO COMUNALE

Secondo Ferrante, si tratta di una decisione inaccettabile considerando che i posti gratuiti per persone con disabilità saranno pochissimi, come prevede la Legge e parla di mancanza di considerazione da parte della giunta Alessandrini per i disabili, nonostante le promesse fatte nel 2015 quando fu anche approvata la mozione sulla convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità.

L’associazione carrozzine determinate chiede con fermezza all’amministrazione e a tutto il consiglio
comunale di esonerare completamente dalla tariffa di parcheggio le persone con disabilità in tutte le
aree che il Comune si appresta a riqualificare. E’ necessario emettere l’ordinanza comunale come previsto dal d.p.r. 151 consentendo alle persone con  disabilità grave di parcheggiare gratuitamente in tutte le aree a pagamento della città

Ferrante inoltre ha fatto sapere che l'associazione sarà presente al consiglio comunale di mercoledì 17 ottobre quando dovrebbe essere approvata la delibera sul progetto per l'area di risulta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto area di risulta, stangata per i parcheggi per i disabili

IlPescara è in caricamento