Martedì, 21 Settembre 2021
mobilità

Il 2017 sarà per l'Abruzzo l'anno delle bici?

Giancarlo Odoari, presidente Fiab Abruzzo e Molise, ci presenta le sue riflessioni sulla mobilità a due ruote nella nostra Regione e le speranze per l'anno appena iniziato che dovrebbe rappresentare un punto di svolta

Il 2017 sarà l'anno delle bici e della mobilità sostenibile per l'Abruzzo? Secondo Giancarlo Odoardi, coordinatore interregionale della Fiab, le premesse ci sarebbero e grazie all'impegno concreto delle istituzioni locali ci potranno essere diverse ed importanti novità.

A partire dal fronte degli appuntamenti ciclistici, con il Giro D'Italia nel pescarese per la prestigiosa centesima edizione, ed il Trofeo Matteotti che si candida ad ospitare anche il Campionato Italiano. Iniziative sportive che però ovviamente non hanno un richiamo solo agonistico, ma anche d'immagine riguardante il mondo delle due ruote.

"Bike to Coast, la ciclabile costiera, nel 2017 vedrà tanti altri tratti aperti alle due ruote; quello denominato “Via verde della Costa dei Trabocchi”, grazie al lavoro della Provincia teatina e del prezioso e convinto contributo della Camera di Commercio di Chieti, sta cominciando già da oggi, prim’ancora di esistere, a contornarsi di eventi collaterali, come studi e corsi di formazione per il cicloturismo che verrà. Così anche gli assi perpendicolari fluviali: il famoso “pettine” comincerà a prendere forma grazie ad un cospicuo finanziamento di 60 ml di € previsti nel Masterplan regionale" ha dichiarato Odoardi, aggiungendo che qua e là nella Regione si percepisce un'attenzione verso i percorsi ciclabili mai avuta fino ad ora, con nuove dorsali ciclabili che presto potrebbero diventare realtà, come quella ull’asse nord-sud (intercettando la ciclovia di Bicitalia numero 11 dell'Appennino) e su quello est-ovest (istituendo un nuovo tracciato di Bicitalia lungo la Tiburtina tra Pescara e Roma).

Odoardi torna anche sulla delicata questione del trasporto gratuito delle bici sui treni: "Non voglio dire nulla sulla presunta gratuità del biglietto per le bici sui treni locali, annunciato sui giornali e anche in convegni e conferenze all'11 di dicembre ma di cui, a sentire il personale sui treni, .... "non ci risulta". Sarebbe una presa in giro non da poco. Ma all'inizio di ogni anno, si sa, si esprimono sempre auspici e così si intende fare questa volta, soprattutto per la voglia di vedere il bicchiere mezzo pieno".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 2017 sarà per l'Abruzzo l'anno delle bici?

IlPescara è in caricamento