menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tartarughe protette, il Parco della Libertà di Montesilvano ritrova la sua oasi naturale [FOTO]

Grazie all'aiuto di volontari è stato realizzato il perimetro di protezione nel piccolo lago artificiale, rimossi nel fondale rifiuti di ogni genere

Sono salve e protette le 40 tartarughe presenti nel Parco della Libertà. 
L'associazione Nuovo Saline, supportata dal Comune di Montesilvano, ha portato a termine il progetto del centro di raccolta che consente alla specie onnivora Guance Gialle di poter convivere in un ambiente ideale e bonificato.

In seguito verrà ripristinata la flora acquifera e la riproduzione di pesci di acqua dolce, con conseguente riduzione della torbidità causata dalle alghe cresciute spontaneamente.

Ad assistere ai lavori di realizzazione della struttura protettiva, l'assessore al Benessere Animale Deborah Comardi che ha spiegato dettagliatamente come verrà completato il tutto: «La fase successiva del progetto sarà l’apposizione di scivoli a bordo rete che permetteranno spontaneamente alle tartarughe di entrare nel recinto ma non poter uscire; in seguito saranno collocate delle vasche attrezzate galleggianti per consentire il letargo nella stagione più fredda».

Infine, il fondale del laghetto è stato ripulito dai rifiuti accumulati nel tempo. Merito del giovane operatore Fabio De Angelis che si è immerso con una tuta mimetica riportando in superficie bottiglie, lattine, buste di plastica, cartelli informativi e addirittura pali in legno e un forno a microonde.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Diamo ancora una speranza al povero cane Sepontino [FOTO]

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento