menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aumentano i rifiuti da imballaggio riciclati in Abruzzo nel 2020

Lo ha reso noto Conai in occasione della Giornata Mondiale del Riciclo. Fra gennaio e giugno 2020 ogni abruzzese ha conferito circa 44,9 kg di rifiuti di imballaggio a testa

Aumentano in Abruzzo, nel 2020, i rifiuti da imballaggi riciclati e dunque conferiti in modo differenziato dai cittadini abruzzesi. Lo ha fatto sapere Conai Consorzio Nazionale Imballaggi in occasione della Giornata mondiale del riciclo.

Rispetto al 2019 la quota complessiva è passata da 53.300 conferite nel primo semestre del 2019 a 54.400 conferite nel primo semestre dello scorso anno.

Tra gennaio e giugno 2020 gli Abruzzesi hanno conferito al sistema consortile una media di oltre 44,9 kg di rifiuti di imballaggio a testa. Un quantitativo in crescita rispetto ai 44,5 kg dei primi sei mesi del 2019. Nello specifico, ogni abruzzese ha differenziato in media 4,7 kg di acciaio, 0,3 kg di alluminio, 13,5 kg di carta, 0,5 kg di legno, 10,3 kg di plastica, e più di 15 kg di vetro.

 Luca Piatto, Responsabile rapporti con il territorio

Anche durante i mesi dell’esplosione dell’emergenza, i ritiri dei rifiuti di imballaggio da raccolta urbana non si sono mai interrotte. Anzi, hanno continuato a crescere: segno che la raccolta differenziata è ormai radicata fra le nostre abitudini. Si tratta di un fenomeno chiaramente legato anche all’aumento degli acquisti di prodotti imballati nei comparti dell’alimentare, della detergenza e della farmaceutica. Non solo nella Regione Abruzzo, ma anche in tutto il Paese

A livello nazionale gli imballaggi sono passati dal 70% del 2019 al 71% del 2020.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento