rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
life Centro / Viale Regina Margherita

Pino crollato in viale Regina Margherita: Italia Nostra e Conalpa, "Verificare se sia colpa del cantiere"

Barba: "Un'indagine su eventuali connessioni e responsabilità con i lavori in corso". Colazilli: "Com'è possibile che 2 alberi sono crollati dentro al cantiere?"

Non si sono fatte attendere le reazioni delle associazioni ambientaliste dopo il pino che ieri pomeriggio, a causa delle forti raffiche di vento, è crollato sulla carreggiata in via Regina Margherita, proprio di fronte alla scuola media Mazzini. Per consentire la riapertura della strada al traffico è stato necessario rimuovere l'albero. 

Simona Barba di Italia Nostra chiede che sull'episodio venga fatta chiarezza, anche perché nei giorni scorsi era già caduto un altro pino: "Quando cade un edificio, in particolare modo quando è presente un cantiere, si apre un'indagine per verificare eventuali connessioni e responsabilità con i lavori in corso. In viale Regina Margherita sono caduti 2 pini maestosi, che dovrebbero essere tutelati in quanto viale Regina Margherita è una strada che ha più di 70 anni. Questi alberi si trovavano in un'area soggetta a rifacimento marciapiedi e cordoli, e ciò ha comportato dei tagli agli apparati radicali".

I pini maestosi, evidenzia Barba, "sono bene comune e vanno tutelati molto prima dei marciapiedi, soprattutto quando esistono metodi e tecniche nuove di intervento per assicurare la salute dei nostri alberi. Sarebbe quindi opportuno, come nei casi per palazzi crollati, avviare un'indagine e uno studio, prima che gli alberi siano velocemente rimossi. Eventi estremi saranno sempre più frequenti, e i criteri di intervento e progettazione non possono rimanere quelli consueti e, purtroppo, desueti, se vogliamo salvaguardare la pubblica incolumità".

Alberto Colazilli, presidente del Conalpa, aggiunge: "Sul pino crollato dall'area del cantiere, le foto pervenute mostrano una situazione di manomissione degli apparati radicali degli alberi e della zona critica radicale nel tratto di via Regina Margherita. Si tratta solo di coincidenze? Com'è possibile che 2 alberi sono crollati dentro al cantiere? Chi ha controllato il cantiere? Chi si è interessato di preservare gli apparati radicali ed evitare lavori intorno all'area critica degli alberi? Attendiamo risposte esaurienti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pino crollato in viale Regina Margherita: Italia Nostra e Conalpa, "Verificare se sia colpa del cantiere"

IlPescara è in caricamento