rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
life Centro Storico / Via Orazio

Del Trecco e Ambiente Spa sulle fototrappole in via Orazio: "Controlli costanti, già elevate 40 sanzioni"

La società fa sapere che i controlli, effettuati tramite ispezione dei rifiuti e con l’utilizzo di telecamere mobili, hanno consentito di accertare "40 violazioni nel corso dell’anno corrente"

L'assessore comunale all'ambiente, Isabella Del Trecco, interviene sulla polemica riguardante le fototrappole in via Orazio. Un cittadino, infatti, aveva lamentato la mancata installazione delle telecamere, richieste a gran voce dai residenti, anche perché notava che nel frattempo le persone continuavano come prima a conferire i rifiuti in maniera scorretta. Ma Del Trecco precisa: "La situazione non è assolutamente questa. Purtroppo oggi si parla senza prima sapere quali sono effettivamente le ragioni per le quali un'amministrazione agisce in un modo piuttosto che in un altro. Ho sollecitato Ambiente per dare una risposta a tutti coloro che cercano sempre, e strumentalmente, di criticare per il gusto di farlo. Forse dovrebbero criticare gli incivili che si comportano in maniera irrispettosa nei confronti dell'ambiente e della società".

Dal canto suo, Ambiente Spa contesta "la mancanza di controlli e l’incidenza del posizionamento dei cassonetti sul fenomeno dell’abbandono o dell’errato conferimento da parte degli utenti", perché in realtà lo spostamento dei bidoni "è avvenuto sia perché il sito precedente (di fronte alla piazza) favoriva l’abbandono sistematico di rifiuti spesso anche ingombranti, sia per esigenze pubbliche in quanto i locali accanto alla stazione erano stati adibiti inizialmente a centro di vaccinazione e successivamente a centro di accoglienza dei profughi dell’Ucraina. A seguito dello spostamento, infatti, la quantità e la tipologia dei rifiuti abbandonati a terra, dati gli spazi limitati, si è ridotta notevolmente a beneficio sia del decoro urbano sia del servizio di raccolta rifiuti, il quale precedentemente era chiamato a intervenire con maggiore frequenza (anche più volte al giorno) per garantire la pulizia dell’area".

Per quanto concerne l’attività di controllo, Ambiente Spa precisa che "il punto in questione, in attesa di eventuale installazione di una telecamera fissa da parte della polizia locale, è stato costantemente attenzionato dai nostri ausiliari ambientali, in quanto soggetto comunque a qualche abbandono (non paragonabile a quello precedente) e di conferimenti da parte di utenti non autorizzati. Difatti tali controlli, effettuati tramite ispezione dei rifiuti e con l’utilizzo di telecamere mobili (da qui l’apposizione della segnaletica di area videosorvegliata apposta in loco), hanno portato a totalizzare l’accertamento di ben 40 violazioni nel corso dell’anno corrente e precisamente: 8 violazioni per abbandono di rifiuti a terra; 12 violazioni per errato conferimento; 20 violazioni per conferimento fuori orario consentito. E tra questi: 11 violazioni da parte di residenti fuori zona; 7 violazioni da parte di soggetti provenienti da fuori comune".

Alla luce di questi risultati, Ambiente Spa ribadisce "la correttezza e la coerenza della società nei confronti dei cittadini e delle istituzioni nell’espletamento delle attività contrattualizzate, finanche quella di controllo e verifica degli illeciti in materia di rifiuti autorizzata dallo stesso Ente comunale". Conclude l'assessore Del Trecco: "Le telecamere, e non le fototrappole, saranno installate. L'area è comunque sorvegliata anche dagli ausiliari ambientali, che come detto hanno effettuato diverse sanzioni".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Del Trecco e Ambiente Spa sulle fototrappole in via Orazio: "Controlli costanti, già elevate 40 sanzioni"

IlPescara è in caricamento