Lunedì, 22 Luglio 2024
life

Abbattuti altri quattro alberi, Santilli: "Lo abbiamo fatto per questioni di sicurezza, li ripianteremo"

Il taglio delle piante ha riguardato un pino d'Aleppo nel giardino dell'auditorium Flaiano, nonché due olmi e un pioppo sulla pista ciclabile del lungofiume

In queste ore sono stati abbattuti altri quattro alberi secondo il cronoprogramma fissato a settembre dal Comune. Il taglio delle piante ha riguardato un pino d'Aleppo nel giardino dell'auditorium Flaiano, nonché due olmi e un pioppo sulla pista ciclabile del lungofiume.

La delibera firmata dal dirigente del settore verde, Giuliano Rossi, precisa che, in "attuazione alle prescrizioni conseguenti alla valutazione di stabilità" eseguita dal dottor Rocco Sgherzi, è stato stabilito di rimuovere 14 alberi ai quali "è stata attribuita la massima classe di propensione al cedimento", considerandoli quindi altamente a rischio. L'abbattimento, infatti, si rende necessario "al fine di prevenire situazioni di pericolo per la pubblica incolumità conseguenti al cedimento improvviso degli stessi".

Un concetto che è stato ribadito a IlPescara.it anche dall'assessore alla tutela del verde pubblico, Gianni Santilli: "Abbiamo agito così esclusivamente per questioni di sicurezza, ma ripianteremo gli alberi sostituendoli con altre piante". Non a caso, nella determina dell'ingegner Rossi si legge che "ai sensi dell'articolo 17, comma 7 del regolamento di tutela del verde pubblico, gli alberi abbattuti, salvo casi particolari, debitamente documentati, verranno sostituiti con altrettanti alberi piantati anche in zone diverse da quella in cui è stato operato l'abbattimento".

Poi Santilli conclude: "Tutte le decisioni che prendiamo sono sempre improntate a criteri di cautela e incolumità pubblica. Di sicuro non abbiamo intenzione di tagliare alberi sani: interveniamo soltanto su piante morte o che vengono ritenute pericolose".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbattuti altri quattro alberi, Santilli: "Lo abbiamo fatto per questioni di sicurezza, li ripianteremo"
IlPescara è in caricamento