menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiumi e mari inquinati, gli ambientalisti: "Dati sulla qualità delle acque sconcertanti"

Gli ambientalisti del Forum H20 Abruzzo hanno inviato una lettera aperta a tutte le istituzioni locali per chiedere interventi immediati per migliorare e potenziare i depuratori nei fiumi e nel mare

Una lettera aperta, indirizzata a tutti gli enti ed amministratori locali, per chiedere interventi immediati per il risanamento dei fiumi e del mare abruzzese e pescarese.

Gli ambientalisti del Forum H20 intervengono dopo l'assemblea di protesta di ieri per la creazione del movimento per la tutela dei fiumi e del mare che si è tenuta a Pescara nell'auditorium Castellamare.

I dati snocciolati dagli ambientalisti sono preoccupanti:

- quasi il 70% dei corsi d'acqua non ha ottenuto lo stato di qualità definito “buono” che doveva essere raggiunto entro il 31 dicembre 2015 sulla base della Direttiva Comunitaria Acque 60/2000; per questo motivo la Regione Abruzzo rischia di pagare multe milionarie alla CEE.

- il 22% dei tratti costieri abruzzesi ricade nella classe di qualità “scarsa” per la balneazione, afronte di un 2% a livello comunitario

Gli ambientalisti constestano la gestione delle acque dell'Aca negli ultimi anni, con rincari sulle bollette dei cittadini che non hanno portato ad un miglioramento del servizio di depurazione delle acque.

"Gli scarichi abusivi industriali, ma anche civili, sono in aumento. Le sponde dei fiumi sono vere e proprie discariche a cielo aperto, dove i rifiuti, durante le piene, vengono trascinati in acqua per poi finire in mare. La questione della depurazione in Abruzzo non attiene solo alla materia della tutela ambientale e della prevenzione dell'inquinamento. È un servizio fondamentale per l'economia di un territorio, per la salute delle sue comunità e di tutti coloro che vengono da noi a qualsiasi titolo." hanno dichiarato gli attivisti del movimento, aggiungendo che nel programma del Governatore D'Alfonso era previsto un apposito capitolo riguardante la tutela dell'ambiente e delle acque, con la nostra Regione che dopo aver avuto due condanne dalla Corte di Giustizia ora ha un altro procedimento attivo con possibili nuove salate multe.

Per questo, il Forum assieme a tutte le associazioni di categoria che hanno aderito all'assemblea chiedono la verifica di tutte le criticità esposte, l'istituzione di una task force per i controlli ed il potenziamento immediato dei servizi di depurazione.
Una nuova manifestazione ed assemblea si terrà il 12 marzo prossimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento