rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Scuola

Il Salone dello Studente 2021-2022 fa tappa in Abruzzo

La fiera per l’orientamento alle scelte post-diploma

Il Salone dello Studente 2021-2022, la fiera per l’orientamento alle scelte post-diploma, torna a fare tappa in Abruzzo. Questa sarà un’edizione digitale completamente gratuita con incontri online, on demand, percorsi guidati, webinar e test di valutazione. Dall’8 al 14 novembre numerosi gli appuntamenti virtuali per far conoscere ai quasi 150mila studenti delle scuole superiori di Abruzzo, Marche e Molise - che registrano la quota più alta in Italia di diplomati rispetto alla media europea - tutte le offerte formative post diploma territoriali, nazionali e internazionali.

I primi quattro giorni (8-11 novembre) tutti gli eventi saranno in diretta streaming, mentre dal 12 al 14 novembre saranno riproducibili on demand sulla piattaforma www.salonedellostudente.it.

Gli atenei che partecipano al Salone dello Studente sono: Ued, Università europea del Design di Pescara, l’Università degli Studi del Molise, l’Università degli Studi dell’Aquila, l’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, l’Università di Macerata, l’Università degli Studi di Teramo. Tra le proposte territoriali da segnalare anche l’Aiot, Accademia italiana di osteopatia tradizionale.

La pandemia non ha fermato il desiderio dei ragazzi di studiare e in Italia le immatricolazioni per il 2020/2021 sono incrementate del 5,7% (dati Miur). Nelle tre regioni di Abruzzo, Marche e Molise si registra un andamento territoriale diversificato. Spiccano, infatti, il +34% di immatricolazioni all’Università di Camerino (da 1.083 del 2019/2020 a 1.452 del 2020/2021), e il +11% dell’Ateneo dell’Aquila con le immatricolazioni passate in un anno da 2.033 a 2.253. Ma c’è anche il -4% delle Università delle Marche e di quella del Molise. I dati dei due atenei, infatti, registrano 2.802 immatricolati lo scorso anno, contro i 2.923 dell’anno precedente nell’ateneo marchigiano, mentre in quello del Molise si è scesi da 1.109 a 1.062. Stabile il numero di matricole all’Università di Urbino (2.902-2.931), all’Università di Teramo (954-948) e all’Università di Chieti Pescara (3.883-3.885). In leggero calo l’Università di Macerata, -3% (1.638-1.689). Tra le curiosità la forte polarizzazione dell’Università di Macerata con una rilevante prevalenza femminile, 1.200 studentesse (75%) contro 400 colleghi maschi, così come quella di Chieti Pescara dove le ragazze sono 2.500 (65%) e i maschi 1.300.

«Il Salone dello Studente Campus Orienta, offre la possibilità di avere una visione completa di quello che può essere il percorso post-diploma di uno studente. Sia che si tratti di proseguire gli studi o di optare per il mondo del lavoro», commenta Domenico Ioppolo, amministratore delegato di Campus Editori, che organizza il Salone.

L’importanza dell’orientamento è sottolineata da Francesco Adornato, rettore dell'Università di Macerata: «UniMc cura gli studenti in modo speciale e li segue dai primi passi che precedono la scelta del corso di laurea, grazie ai tutor e allo staff dell’orientamento, durante gli studi con servizi di life coaching, consulenza psicologica e orientativa, fino al momento della laurea e oltre per l’inserimento lavorativo».

Per conoscere tutte le informazioni in merito al Salone dello Studente basta collegarsi al portale e scoprire l’intero programma.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Salone dello Studente 2021-2022 fa tappa in Abruzzo

IlPescara è in caricamento