Maturità 2021: dalla data della prova orale alla commissione, le prime informazioni sull’esame di Stato

Si sosterrà il prossimo 16 giugno

Iniziano ad emergere i primi dettagli sulle modalità di svolgimento della maturità 2021. L’esame di stato si sosterrà il prossimo 16 giugno e la prova sarà solamente orale. Questa si baserà su un elaborato prodotto dal singolo studente e che dovrà essere consegnato dal candidato entro il 31 maggio.

Il contenuto dell’elaborato sarà espresso nel documento del 15 maggio 2021, che sarà prodotto dal consiglio di classe. Nel documento saranno specificati contenuti, metodi, mezzi, spazi e tempi del percorso formativo, criteri, strumenti di valutazione adottati e obiettivi raggiunti, nonché ogni altro elemento che lo stesso consiglio di classe ritenga utile e significativo ai fini dello svolgimento dell’esame.

La commissione d’esame sarà divisa in due, generando due sottocommissioni, ciascuna composta da sei commissari interni con aggiunta del presidente esterno, che sarà unico per entrambe le sottocommissioni.

I commissari saranno designati tra i docenti appartenenti al consiglio di classe, titolari dell’insegnamento, sia a tempo indeterminato che a tempo determinato.

Tra i commissari designati è assicurata la presenza del docente di italiano e del commissario delle discipline di indirizzo (indicate alla pubblicazione delle ordinanze).

Se un docente insegna in più classi terminali, potrà essere designato per un numero di sottocommissioni non superiore a due e appartenenti alla stessa commissione, al fine di consentire l’ordinato svolgimento di tutte le operazioni collegate all’esame di Stato.

I docenti possono, secondo l’articolo 33 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, non accettare la designazione.

Nei licei musicali la sottocommissione si avvale dei relativi docenti di classe per la parte relativa allo strumento nell’ambito della prova orale. Le nomine sono effettuate dal presidente della commissione in sede di riunione plenaria, pubblicate all’albo on-line dell’istituzione scolastica e comunicate al competente Usr. Questi docenti offrono elementi di valutazione, ma non partecipano all’attribuzione dei voti.

Sarà una specifica ordinanza del Ministro dell’istruzione ad impartire ulteriori disposizioni in merito alla modalità di nomina e costituzione delle commissioni. I consigli di Classe dovranno riunirsi per la designazione dei commissari interni, oltre ai docenti “nominati” dal Ministero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maturità 2021: dalla data della prova orale alla commissione, le prime informazioni sull’esame di Stato

  • myIS è la nuova app del Miur, fornisce tutte le risposte alle domande del mondo scuola

  • È in scadenza il bando per diventare assistente di lingua italiana all’esterno

Torna su
IlPescara è in caricamento