Didattica a distanza senza consumare il traffico dati: Tim, Vodafone e Wind Tre accolgono l’invito del Governo

Tim, Vodafone e Wind Tre hanno accolto l’invito del Governo

“Sono felice di informarvi che da oggi si può fare didattica a distanza senza consumare il traffico dati dei propri abbonamenti telefonici personali o familiari”.

Lo fa sapere la ministra Lucia Azzolina sulla sua pagina Facebook ufficiale.

La didattica a distanza ha messo a dura prova il mondo della scuola sotto molti punti di vista. Per questo motivo il Governo, nelle figure dei ministri dell’istruzione, Lucia Azzolina, dello sviluppo economico, Stefano Patuanelli, per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione, Paola Pisano, e per le pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti, ha chiesto di escludere le piattaforme di didattica a distanza segnalate dal Miur dal consumo di gigabyte previsto negli abbonamenti.

Tim, Vodafone e Wind Tre hanno accolto l’invito del Governo.

“Quando si affronta un’emergenza come quella che stiamo vivendo – fa sapere la ministra Azzolina – serve davvero il sostegno di tutti. Da marzo a oggi lo Stato ha già investito oltre 400 milioni per il digitale a scuola. Iniziative come questa rafforzano l’impegno per supportare la scuola. Ringrazio chi ha aderito al progetto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Classifica Eduscopio 2020: le migliori scuole superiori di Pescara

  • Google Career Certificates: i corsi di alta formazione a basso costo e che durano solo 6mesi

  • Iscrizioni alla scuola dell’infanzia 2021/2022: si inizia dal 4 gennaio

  • Didattica a distanza senza consumare il traffico dati: Tim, Vodafone e Wind Tre accolgono l’invito del Governo

Torna su
IlPescara è in caricamento