È in scadenza il bando per diventare assistente di lingua italiana all’esterno

I selezionati affiancheranno i docenti di lingua italiana in servizio nelle scuole del Paese dell’Unione Europea di destinazione

C’è tempo fino al 28 febbraio per presentare la propria domanda e candidarsi come assistente di lingua italiana all’estero. Il bando è stato pubblicato dal Miur ed è rivolto a tutti coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • aver conseguito entro il 19 febbraio 2021 un diploma di laurea specialistica/magistrale tra quelli indicati nella Tabella 1 dell'avviso di selezione;
  • non aver compiuto il 30° anno di età;
  • non essere già stato assistente di lingua italiana all'estero su incarico del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca;
  • non essere legato da alcun rapporto di impiego o di lavoro con amministrazioni pubbliche nel periodo settembre 2021 - maggio 2022;
  • non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti
  • idoneità fisica all'impiego;
  • aver sostenuto almeno due esami relativi alla lingua e/o letteratura del Paese per il quale si presenta domanda (Tabella 2 dell'avviso di selezione);
  • aver sostenuto almeno due esami di lingua o linguistica italiana (Tabella 3 dell'avviso di selezione);

Alla selezione sono ammessi a partecipare i candidati in possesso di titoli rilasciati da una delle Università italiane riconosciute dal Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca.

Il numero esatto dei posti per il prossimo anno scolastico sarà reso noto dalle autorità competenti dei Paesi partner nel corso dell'anno 2021. A titolo indicativo, queste le disponibilità assicurate per il precedente anno scolastico:

  • Austria: 36
  • Belgio (lingua francese): 3
  • Francia: 154
  • Germania: 25
  • Irlanda: 6
  • Regno Unito: 2
  • Spagna: 2

Tutte le informazioni aggiuntive sono disponibili - modalità di compilazione sull'inserimento della domanda, definizione delle graduatorie e dei punteggi – si trovano al seguente indirizzo.

I selezionati affiancheranno i docenti di lingua italiana in servizio nelle scuole del Paese dell’Unione Europea di destinazione.

L’incarico durerà circa 8 mesi, prevederà un impegno settimanale di circa 12 ore e il compenso varierà a seconda del Paese ospitante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Corso di primo soccorso: diventa volontario e soccorritore della Misericordia di Pescara

  • Bonus cultura: 500 euro per tutti i nati nel 2002

Torna su
IlPescara è in caricamento