Le tappe per diventare un istruttore di nuoto e insegnare gli stili a grandi e piccini

Per poter intraprendere questa carriera e impartire lezioni che permettano a grandi e piccini di imparare a nuotare e non solo, bisogna seguire uno specifico corso di formazione, suddiviso in più tappe

Se vi piace nuotare e credete di poterlo insegnare, forse vi chiederete come si diventa istruttore di nuoto. Per poter intraprendere questa carriera e impartire lezioni che permettano a grandi e piccini di imparare a nuotare e non solo, bisogna seguire uno specifico corso di formazione, suddiviso in più tappe.

Il primo step da fare è ottenere la qualifica di allievo istruttore. Tra i requisiti richiesti è necessario avere aver compiuto 18 anni, essere in possesso della licenza di scuola media inferiore, godere di buona salute, presentando il certificato medico, e non avere condanne penali.

Ovviamente sono richieste abilità acquatiche minime e una buona padronanza dei quattro stili di nuoto, ovvero crawl (in italiano si confonde con lo stile libero), rana, dorso e farfalla. Bisogna effettuare una dimostrazione e nuotare per 25 metri per ogni stile. Inoltre è necessario eseguire tuffi, prove di immersione, dimostrazione di nuotata subacquea e prova di galleggiamento a bicicletta.

Allievo istruttore: il corso

Il corso prevede l’apprendimento di elementi di psicopedagogia, motricità, didattica, esperienze di tirocinio in vasca, insegnamento delle nuotate elementari e del salvamento

Superato l’esame, sarà possibile conseguire il brevetto di allievo istruttore. Questo permette di esercitare l’insegnamento del nuoto all’interno delle Scuole Nuoto Federali sotto la supervisione di un coordinatore qualificato

Per operare senza limiti e accedere ai corsi di formazione superiori è necessario conseguire il brevetto di istruttore base.

Istruttore di base: corso ed esami

L’ultimo step per diventare istruttore di nuoto consiste nell'ottenimento della qualifica d’istruttore di base. Questo permette non solo di svolgere l’attività d’insegnamento in una scuola di nuoto, ma consente anche la partecipazione a tutti i corsi di specializzazione e di aggiornamento specifici.

Come si diventa bagnino

Il corso per istruttore base riguarda l’organizzazione, la programmazione e gli strumenti tecnico-pratici per la specializzazione delle attività che si possono svolgere in una scuola di nuoto. 

Per partecipare al corso di istruttore di base occorrono alcuni requisiti:

  • aver superato l’esame di allievo istruttore da almeno 6 mesi;
  • aver svolto 50 ore di tirocinio o di lavoro come allievo istruttore presso una scuola nuoto federale;
  • assenza di condanne penali;
  • certificato medico di idoneità fisica.

Per essere ammessi alle prove d’esame è obbligatorio aver partecipato al 75% delle ore di lezione e aver svolto il tirocinio pratico. Le prove d’esame consistono in una prova scritta e in una orale. Ricordiamo, inoltre, che i corsi sono organizzati dai Comitati Regionali della Fin (Federazione Italiana Nuoto). Per questo è consigliabile contattare Fin Abruzzo.

Il brevetto di Istruttore Base, infine, consente di partecipare a corsi di specializzazione dedicati, ad esempio, alle acquaticità neonatale e prescolare o a corsi per istruttore specialistico e allenatore di nuoto, pallanuoto e nuoto sincronizzato.

Nuoto: i libri più venduti sul web

Nuoto da campioni. I programmi dell'allenatore numero 1 al mondo

Il grande libro degli esercizi di nuoto. Stili, virate, partenze e arrivi. 176 esercizi per tutti

Swimming anatomy. 74 esercizi per la forza, la velocità e la resistenza nel nuoto con descrizione anatomica

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nuoto. Teoria e pratica dell'allenamento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Corsi universitari gratuiti su Coursera, per far fronte all’emergenza Coronavirus

Torna su
IlPescara è in caricamento